Saipem conquista due contratti offshore da 1,9 miliardi di dollari
Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Energia/Apertura
AperturaEnergia Mer 29 novembre 2023

Saipem conquista due contratti offshore da 1,9 miliardi di dollari

Il primo contratto vinto da Saipem è stato assegnato da ExxonMobil Guyana Limited. Il secondo da Equinor per il progetto Raia Saipem conquista due contratti offshore da 1,9 miliardi di dollari
Redazione Verità&Affari
di 
Redazione Verità&Affari

Saipem si è aggiudicata due contratti offshore, uno in Guyana e l’altro in Brasile, del valore di circa 1,9 miliardi di dollari. Per la società di servizi e soluzioni per il settore energia e infrastrutture si tratta di due commesse rilevanti. “Le due aggiudicazioni confermano, ancora una volta, la competitività dell’offerta di Saipem nei processi di gara e la capacità di costruire partnership a lungo termine basate su prestazioni costanti. Inoltre, rafforzano ulteriormente la visibilità sull’utilizzo degli asset chiave di Saipem per tutto il 2027. Non a caso il titolo in Borsa ha reagito molto positivamente: a metà seduta le azioni guadagnavano l’1,79% in una giornata di Borsa abbastanza piatta. 

I dettagli delle due commesse

Più nel dettaglio, il primo contratto è stato assegnato da ExxonMobil Guyana Limited, una controllata di ExxonMobil, per il progetto di sviluppo del giacimento petrolifero di Whiptail, ubicato nel blocco di Stabroek, nelle acque al largo della Guyana, a una profondità di circa 2.000 metri. Il lavoro comprende la progettazione, la fabbricazione e l’installazione di strutture subacquee, risers, flowlines e ombelicali per un grande impianto di produzione sottomarino. In attesa delle necessarie autorizzazioni governative, dell’approvazione dell’investimento da parte di ExxonMobil Guyana e dei suoi partner nel blocco Stabroek e dell’autorizzazione a procedere con la fase finale, l’assegnazione consente l’avvio da parte di Saipem di alcune attività limitate, ossia l’ingegneria di dettaglio e l’approvvigionamento.

Il secondo contratto è stato assegnato da Equinor per il progetto Raia, lo sviluppo di un giacimento pre-salt di gas e condensato nel bacino di Campos, situato a circa 200 km al largo dello stato di Rio de Janeiro, in Brasile. È compreso il trasporto e l’installazione offshore di una condotta sottomarina per l’esportazione del gas e delle strutture associate, in acque profonde circa 2.900 metri, e le attività di perforazione orizzontale per l’approdo costiero. Per i lavori di installazione Saipem impiegherà la sua nave posatubi all’avanguardia Castorone. Con questo progetto, Saipem contribuirà alla realizzazione di uno dei più importanti progetti di sviluppo di gas in Brasile, che potrebbe rappresentare il 15% della domanda interna complessiva del Paese. Il gas estratto sarà trasportato attraverso i gasdotti installati da Saipem per circa 200 km. 

Intanto il gruppo investe nel centro di progettazione di Fano

Saipem ha infatti  rinnovato il proprio centro di progettazione di Fano (Pesaro Urbino). Nato nel 1970 per disegnare i gasdotti e gli oleodotti su terra in Italia, è ora attivo per progetti anche su acque profonde (offshore) in tutto il mondo. Nel centro da 5mila metri quadrati, che ospiuta1.100 dipendenti e coinvolge un indotto di quasi 2mila persone, è previsto l’allestimento di una palestra aziendale e di una ‘Smart Clinic’, ovvero un punto medico dedicato ai dipendenti per soddisfare le più diverse esigenze, dal consulto infermieristico alla profilassi di viaggio, dallo sportello psicologico, all’assistenza sociale aziendale.

Saipem ha realizzato interventi per rendere la struttura più sostenibile dal punto di vista ambientale, tra cui l’installazione da parte di Plenitude (Eni) di un impianto fotovoltaico da circa 1 MWp, che produrrà energia elettrica da fonte solare per oltre 1000 MWh annui, in grado di soddisfare circa il 30% del fabbisogno energetico dell’intera sede. “La nostra sede di Fano – ha affermato l’amministratore delegato di Saipem Alessandro Puliti – ha una lunga storia e rappresenta per Saipem un hub importante che concentra molte delle nostre capacità di ingegneria, con competenze riconosciute da tutti i nostri clienti di tutto il mondo che sono spesso qui per lavorare insieme a noi su progetti complessi”. 

 

(Teleborsa) –

Condividi articolo