224 visite 2 minuti 0 commenti

L’auto elettrica fa le prime vittime, Ford taglierà 8 mila operai

In Auto
22 Luglio 2022

L’auto elettrica di Ford

L’elettrificazione delle auto sta facendo le prime vittime. Secondo quanto ha riportato l’agenzia di stampa Bloomberg il gruppo americano Ford annuncerà a breve fino a 8 mila esuberi, mentre indiscrezioni riportate dal Wall Street Journal avevano parlato di 4 mila licenziamenti tra i lavoratori che realizzano i motori endotermici per realizzare risparmi di 3 miliardi di dollari.

Intanto il gruppo guidato dal ceo Jim Farley ha annunciato una serie di accordi industriali sul versante della capacità delle batterie e delle materie prime. Per realizzare la transizione «stiamo rimodellando il lavoro e modernizzando l’organizzazione. Abbiamo fissato obiettivi chiari per la struttura dei costi in modo da essere snelli e competitivi con i migliori del settore», ha dichiarato un portavoce che non ha voluto commentare l’esistenza di esuberi.

Il piano di Ford per i veicoli elettrici

Ford ha presentato il suo piano operativo qualche mese fa sottolineando di volere raggiungere il 50% di auto elettriche prodotti entro il 2030. Per questo il colosso dell’automotive ha annunciato di voler investire 50 miliardi di dollari i per l’elettrificazione, incluso lo sviluppo delle batterie, entro il 2030, rispetto al suo obiettivo precedente di 30 miliardi.

Ford ha affermato di aver acquistato circa il 70% della capacità delle celle della batteria di cui ha bisogno per raggiungere il suo tasso di produzione annuale di oltre 2 milioni di auto elettriche entro la fine del 2026. La casa Usa sta acquistando direttamente anche le materie prime, ed ha annunciato accordi per acquisire la maggior parte del nichel necessario fino al 2026 e oltre attraverso accordi con Vale Canada, PT Vale Indonesia, Huayou Cobalt e BHP. Ha anche bloccato i contratti per il litio attraverso accordi con Rio Tinto. La corsa verso i 600mila veicoli elettrici entro la fine del 2023 include 270mila crossover Mustang Mach-E, 150mila pickup F-150 Lightning, 150mila furgoni Transit e 30mila unità di un nuovo Suv per l’Europa, la cui produzione aumenterà in modo significativo nel 2024.