Tesla crolla in Borsa e scopre problemi di ricarica con il gelo - V&A
Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

AutoIn evidenza Mer 28 dicembre 2022

Tesla continua il suo annus horribilis: si scarica in Borsa e non si ricarica alla colonnina per il gelo

Tesla verso la peggior prestazione di sempre in Borsa: perso il 70% del valore nel 2022. E clienti lamentano problemi di ricarica con il gelo. Tesla continua il suo annus horribilis: si scarica in Borsa e non si ricarica alla colonnina per il gelo L'auto non sarà più solo un mezzo di trasporto
Giuliano Longo
di 
Giuliano Longo

Tesla, peggior anno di sempre

Tesla continua a perdere a Wall Street tanto che il 2022 sarà ricordato come l’anno peggiore di sempre. Ieri la casa automobilistica guidata da Elon Musk ha proseguito la scia di flessione, con il titolo che ha segnato la chiusura piú bassa da agosto, uscendo dalla lista delle prime 10 societá statunitensi per capitalizzazione di mercato.

Il titolo ha chiuso con un ribasso di oltre l’11%, il peggiore dell’indice S&P 500. Il ribasso è dovuto in parte alle notizie arrivate dalla Cina dove l’azienda avrebbe sospeso la produzione nello stabilimento di Shanghai.

Tonfo a Wall Street del 70%

Secondo Dow Jones Market Data, le azioni di Tesla, un tempo in forte crescita, sono scese in dieci giornate di contrattazione sulle ultime undici e hanno perso il 31% in una striscia di sette sedute. La casa di Austin ha terminato la giornata con un valore di mercato di 344,5 miliardi di dollari, scendendo dalla decima alla sedicesima posizione nelle societá a maggiore capitalizzazione.

Oggi prova a rialzare la testa, con un +4% di avvio, ma il 2022 sarà ricordato come l’annus horribilis per Tesla che è sulla strada della peggiore performance annuale di sempre con un tonfo negativo del 70%.

Leggi anche: Non c’è solo Musk dietro al crollo di Tesla anche un valore di Borsa sproporzionato rispetto ai ricavi 

Problemi di ricarica con il gelo per le Tesla

Le cattive notizie non finiscono qui però per Musk & Co. In un video su TikTok il proprietario di una Tesla sostiene che la sua auto non si ricarica in presenza di temperature esterne rigide, come quelle che stanno interessando gli Stati Uniti in questi giorni.

Domenick Nati, questo il nome dell’automobilista, un presentatore radiofonico di Lynchburg, Virginia, ha messo in ricarica la sua auto a una colonnina Tesla venerdì scorso, la vigilia di Natale, con la temperatura esterna che segnava -7°C, ma dopo tre ore il livello di carica non era ancora salito. Il signor Nati ha provato a ricaricare il veicolo anche a casa, ma non ha avuto successo neppure là. Ben quindici ore dopo la batteria mostrava ancora un’autonomia di 19 miglia.

Dopo essere stato costretto a cancellare i suoi programmi natalizi, l’automobilista si è arreso all’evidenza e ha deciso di contattare l’assistenza clienti. Oltre che non avere risposta dalla sua auto, però, non ha ricevuto risposta neppure dalla casa madre.

Condividi articolo