324 visite 36 secondi 0 commenti

Montepaschi fa scoppiare un nuovo caso tra procura e giudici milanesi

In Cronaca
17 Giugno 2022
I pm hanno indagato per oltre un anno su Bivona, «grande accusatore» della banca

Il nuovo caso Mps

Il grande accusatore finisce accusato e il caso Mps continua ad agitare palazzo di giustizia di Milano. Il nuovo scontro tra procura e ufficio gip riguarda un’inchiesta durata più di un anno e chiusa con la richiesta di archiviazione da parte della procura, dopo che il gip aveva negato prima la richiesta di intercettazioni e poi l’acquisizione dei tabulati telefonici degli indagati.

Il grande accusatore della gestione Mps

L’inchiesta, rivelata da Il Domani, ha riguardato il ruolo dell’ex amministratore delegato di Mps, Guido Bastianini e del finanziere Giuseppe Bivona nella diffusione all’esterno di informazioni price sensitive sulla banca. Bivona, gestore del fondo Blubell, è appunto anche il grande accusatore della gestione Mps sia prima che dopo lo scandalo del 2013 sui conti del gruppo. Da oltre dieci anni denuncia in tutte le sedi le operazioni condotte da vari manager che si sono avvicendati alla guida dell’istituto, iniziando che lo operazioni Alexandria e Santorini – o meglio, sui loro effetti sui bilanci della banca – prima che queste venissero svelate dallo scandalo che investito la banca.

Continua a leggere sulla copia digitale del giornale