841 visite 5 minuti 0 commenti

Vince la Meloni, maggioranza del centrodestra alla Camera e al Senato

In Approfondimenti, Cronaca, Primo piano
25 Settembre 2022

Il risultato delle elezioni politiche

Centrodestra in vantaggio con Fratelli d’Italia primo partito oltre il 26%, seguito dal Partito democratico al 18,7%, Movimento 5 Stelle al 16% e Terzo Polo al 7,7%. Sono le tendenze che emergono dai primi dati ad urne chiuse tra exit poll e trend poll e confermati dalle prime proiezioni arrivate dallo spoglio. Il centrodestra è in vantaggio con il 44%, seguito dal centrosinistra tra il 26%. 

L’affluenza

Ma l’altro dato che emerge da queste elezioni politiche è il calo dell’affluenza  A differenza di quanto facevano intendere le code fuori dai seggi alle prime ore della mattina, il conteggio si è chiuso con il 63,81% dei votanti, il 9 per cento in meno rispetto alle elezioni del 2008. Un trend che è stato uguale in tutta la giornata. L’affluenza alle urne per le elezioni politiche è stata pari al 50 per cento alle ore 19. È quanto reso noto dal Viminale, secondo cui alle precedenti elezioni del 2018 il dato era pari al 58,83 alla stessa ora.

Le proiezioni

Tornando alle proiezioni, al Senato nel centrodestra Fratelli d’Italia è il primo partito dato al 26%, la Lega all’8,8% e Forza Italia al 8,2%. Da segnalare anche l’andamento di Alleanza – Verdi Sinistra al 3,6%, +Europa al 3,1%, Impegno Civico allo 0,6%. Dati simili alla Camera, dove il centrodestra si mantiene al 43,9%, mentre il centrosinistra è al 26,30%.

I seggi al Senato

Stando così le cose, al Senato, la coalizione di centrodestra avrebbe tra 111-131 seggi, il centrosinistra 33-53, M5S tra 14 e 34. Azione-Italia Viva tra 4 e 12 seggi, nessuno per Italexit per l’Italia. Altri tra 2 e 6.

Le reazioni in Italia

Centrodestra in netto vantaggio sia alla Camera che al Senato. Lo scrive su Twitter il leader della Lega Matteo Salvini, dopo i primi exit poll che danno in vantaggio la coalizione di centrodestra. “Sarà una lunga notte, ma già ora vi voglio dire grazie”, aggiunge Salvini. Nella notte “valuteremo i dati effettivi, in alcuni seggi di Milano siamo primo partito. Leggeremo tutti i dati con attenzione, abbiamo tutta la notte da passare insieme. L’unica cosa triste è che, se i dati sono confermati, non esiste più il centrodestra ma la destra e, se i dati verranno confermati, ha vinto la destra”. Lo ha detto Ettore Rosato di Italia viva in un intervento al quartier generale del Terzo Polo all’hotel Mediterranea. 

“Siamo ancora in una fase in cui passiamo dagli exit poll alle prime proiezioni ma quello che si evidenzia è che Forza Italia rimane centrale – il commento di Valentino Valentini, deputato di Forza Italia e Responsabile Esteri del movimento azzurro, ai microfoni del Tg5 -. Rimane centrale politicamente, centrale in termini di voti e seggi, centrale per garantire la stabilità del prossimo governo di centrodestra e per quanto riguarda le nostre alleanze internazionali”, ha aggiunto. 

“Noi come partito siamo andati come vedete. Ci sarà modo di analizzare il come e il perché“, scrive su Twitter il deputato della Lega, Claudio Borghi, che aggiunge: “Il centrodestra vince, governerà e noi ci saremo”.

Le reazioni dall’estero

Le prima congratulazioni in Europa per la presidente di Fratelli d’Italia (Fd’I), Giorgia Meloni, sono arrivate dal premier polacco, Mateusz Morawiecki, che su Twitter ha scritto un semplice messaggio “congratulazioni Giorgia Meloni”. A stretto giro è giunto, inoltre, il più accorato messaggio del leader del partito della destra spagnola Vox, Santiago Abascal, che ha espresso il suo appoggio alla leader di Fratelli d’Italia: “Stanotte milioni di europei ripongono le loro speranze sull’Italia. Giorgia Meloni ha indicato la strada per un’Europa orgogliosa, libera e fatta di nazioni sovrane, capace di cooperare per la sicurezza e la prosperità di tutti”.

La leader di Fratelli d’Italia (Fd’I) sarà una presidente del Consiglio i cui “modelli politici” sono il capo del governo ungherese, Viktor Orban, e l’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Pertanto, la vittoria del centrodestra alle elezioni in Italia è “preoccupante”. È quanto affermato dalla vicepresidente del Parlamento europeo, Katharina Barley, esponente del Partito socialdemocratico tedesco (SpD). Intervistata dal quotidiano “Die Welt, Barley ha aggiunto che, nonostante la retorica per l’Ue sfoggiata durante la campagna elettorale, “Meloni non può nascondere il fatto che rappresenta un pericolo per una coesistenza costruttiva in Europa”.

/ Articoli pubblicati: 1210

.