691 visite 2 minuti 0 commenti

Pfizer sforna il bi-vaccino, i piani della multinazionale per non perdere fatturato

In Cronaca, Primo piano
26 Giugno 2022

I piani della multinazionale Pfizer

Non sarà la classica formula dei supermercati “Prendi due paghi uno”, perché il costo sarà sicuramente più alto di ora, ma questa settimana Pfizer proverà a farsi autorizzare dalle autorità sanitarie Usa (Fda e l’autorità vaccinale VRBPAC) quella che potrebbe diventare una novità nelle campagne vaccinali autunnali anche in Europa, quella del “Prendi due e paghi il doppio subito”. Perché la multinazionale con base americana di Big Pharma ha messo a punto un vaccino bivalente contro il Covid 19 che con una sola iniezione dovrebbe proteggere alla vecchia maniera sia dalle varianti Alpha-Delta che da Omicron e le sue sottovarianti.

La mezza dose contro Omicron è stata messa a punto e sperimentata in questi mesi con risultati secondo Pfizer soddisfacenti e verrebbe unita all’altra mezza dose per consentire una sola puntura il prossimo autunno con protezione che diventerebbe annuale, escludendo solo le categorie fragili per cui sarebbe necessaria comunque una seconda dose, il classico booster. La svolta, in attesa delle approvazioni delle autorità Usa, è stata annunciata dal direttore della ricerca mondiale di Pfizer, Mikael Dolsten, la scorsa settimana durante una teleconferenza organizzata da Goldman Sachs.

All’incontro, presieduto dall’analista di Goldman Sachs, Chris Shibutani, e che ha visto l’esordio sul palcoscenico finanziario del nuovo vicepresidente esecutivo e direttore dello sviluppo del colosso farmaceutico, William Pao, già top manager del gruppo Roche, si è posto il tema che pressa di più gli investitori: come farà Pfizer se la pandemia come sembra diventerà endemica, a mantenere il ritmo di crescita su fatturato, utili e relativi dividendi dell’ultimo anno che ha consentito guadagni straordinari agli investitori?

Continua a leggere sulla copia digitale del giornale 

/ Articoli pubblicati: 79

Direttore Responsabile Verità&Affari

Twitter
Facebook
Youtube
Vimeo
Linkedin
Instagram