297 visite 4 minuti 0 commenti

OnlyFans, cos’è e come funziona il social dove si guadagnano milioni

In Digitale
17 Settembre 2022

Che cos’è OnlyFans

È nata in Inghilterra nel 2016 come una piattaforma per pornoattori amatoriali OnlyFans. Al servizio di gente disposta a pagare – eccome – per godersi lo spettacolino virtuale. Un modo per soddisfare le loro voglie proibite e allo stesso tempo far guadagnare agli emergenti del settore qualche soldo e visibilità accendendo una web cam senza muoversi da casa. Poi nel 2018 l’ha comprata Leonid Radvinsky, barone del porno della Florida che ci ha investito. È arrivato il Covid, che ha fatto impennare le utenze, e Only fan è ormai una business mondiale con quasi 200 milioni di utenti e che vale miliardi. Ma come funziona?

Come ci si iscrive a OnlyFans

I content creator di OnlyFans ormai possono usare questa piattaforma non solo per il porno. Ci sono pure musicisti, istruttori di fitness e persino giornalisti che pubblicano contenuti a pagamento. Quanti sono in tutto? Il totale si avvicina ai 2 milioni, con una maggioranza schiacciante di pornoattori e simili. Funziona così: l’utente che vuole accedere ai video di OnlyFans deve innanzitutto iscriversi alla piattaforma. Questa operazione è gratis, in teoria, anche se al momento della registrazione vengono richiesti i dati della propria carta di credito. Poi si possono scegliere vari abbonamenti mensili: il più economico ha il valore di 4,99 dollari mentre il più costoso arriva alla cifra di 49,99 euro. A seconda della tariffa si accede a contenuti di diversa esclusività.

Come si diventa Content Creator

Questo i passi preliminari per chi vuole fruire. Ma come si diventa content creator? Il primo passo per chi vuole diventarlo è innanzitutto creare un profilo (che inizialmente è pubblico) su OnlyFans. Basta registrarsi sulla piattaforma. A questo punto si possono pubblicare contenuti vari e condividere la pagina tramite altri social. Una volta ottenuto un numero notevole di seguaci si può pensare alla monetizzazione. Ci sono tre modi principale. Il primo è quello di rendere privato il profilo mostrando video solo a chi sottoscrive l’abbonamento. Gli abbonamenti sono flessibili ed è il content creator che modula le offerte (annuali, mensili ecc.) Il secondo sono i messaggi privati a pagamento. Il content creator può concordare il prezzo con l’utente per offrirgli dei contenuti più esclusivi: uno di questo sono proprio le chat. Pensate che un solo messaggio può arrivare ad essere pagato anche 100 dollari. Infine ci sono le mance. Cliccando sul simbolo del dollaro, qualsiasi utente abbandonato può inviare una somma di denaro come mancia. Le mance sono uno strumento importante e permettono ai fan di premiare con guadagni aggiuntivi. Magari per averli salutati in una live, per aver risposto a domande fatte in precedenza sulla chat, per consigli ricevuti e per qualsiasi altra ragione. I creator che hanno un profilo da meno di quattro mesi possono ricevere mance fino a 100 dollari. Dopo, il massimo sale a 200.

L’esempio della coppia italiana

Caso emblematico in Italia di Vittoria e Matteo. Questa coppia varesina di 24 e 26 ha iniziato pubblicando video hard durante la pandemia. Hanno cominciato per gioco, come spesso fa chi carica contenuti hot in rete. “Era una mia perversione, poi è diventato un lavoro”, ha ammesso lui in un’intervista. Negli anni le richieste degli utenti sono aumentate e ora la coppia guadagna circa 50 mila euro al mese.