217 visite 4 minuti 0 commenti

Fame di professionisti del digitale, la risposta della milanese Cefriel

In Digitale
30 Maggio 2022
Per il 2022 nuove assunzioni e potenziamento delle iniziative di alta formazione per le aziende

Cefriel cerca e prepara professionisti del digitale

Il ministro per la transizione digitale Vittorio Colao ha annunciato lo stanziamento nel PNRR di 500 milioni di euro per la formazione digitale di base, “perché la tecnologia è un turbo per qualunque lavoro”. Oggi in Italia, però, non è così semplice trovare professionisti con elevate competenze digitali. Secondo quanto emerge dal Bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal, crescono il numero di posti di lavoro offerti per il settore IT e Telecomunicazione, che risulta tra i più colpiti dallo skill gap, ovvero dalla difficoltà di reperimento del personale (più della metà delle imprese di servizi informatici e delle telecomunicazioni non riesce a trovare le figure di cui ha bisogno). Le figure più difficili da reperire, come evidenzia il Borsino Excelsior delle professioni, sono tecnici informatici, telematici e delle telecomunicazioni (introvabili per il 68,1% delle aziende che li cercano).

Un tema, quello della tecnologia e delle competenze digitali, su cui Cefriel, centro d’innovazione digitale che da oltre 30 anni opera nell’ambito dell’innovazione digitale e che conta oltre 140 professionisti, è in prima linea. Oggi infatti Cefriel per rispondere sempre più efficacemente alle richieste delle imprese che supporta nel realizzare progetti di innovazione digitale, sta potenziando il suo organico: solo nel 2022 assumerà almeno 20 persone, tutte altamente specializzate in ambito IT. Tra le figure ricercate con maggior “urgenza” ci sono persone da coinvolgere in progetti di costruzione di ecosistemi digitali e ricercatori in ambito semantic web. Ma non solo: Cefriel cerca anche innovation strategy consultant, full stack developer con 3-5 anni di esperienza, web developer con 1 o 2 anni di esperienza, project manager per progetti collaborativi di ricerca, knowledge graph developer junior, expert cybersecurity consultant, expert research scientist in distributed ledger technologies, IoT expert. Inoltre, sono aperte anche 5 posizioni di stage dedicati all’industria 4.0 e alla mobilità sostenibile. 

“Abbiamo bisogno di competenze specialistiche, ovvero di tecnici, persone specializzate che lavorano anche nel mondo della ricerca, ma che sappiano contribuire a ideare e concretizzare progetti di innovazione digitale che possano avere impatti misurabili per le aziende e le PA”, commenta Alfonso Fuggetta, direttore scientifico e amministratore delegato di Cefriel. Oltre ad offrire supporto alle imprese per realizzare progetti di innovazione, Cefriel propone alle imprese anche la formazione dei loro professionisti del digitale. Un ruolo centrale nella proposta di formazione specialistica è svolto dai master in alto apprendistato, anche grazie al bando pubblicato di recente dalla Regione Lombardia.

I beneficiari degli interventi formativi possono essere giovani di età compresa tra i 18 ed i 29 anni con residenza in Lombardia, assunti o da assumere con contratto di apprendistato. Cefriel propone, pertanto, alle imprese due possibilità per beneficiare di questi finanziamenti: progettare e realizzare un master aziendale per un gruppo classe di una singola azienda, sulla tematica che l’azienda ritiene di interesse per il proprio fabbisogno di assunzioni, oppure iscrivere uno o più dei propri neoassunti a uno dei due master di primo livello in partenza a breve: quello in Data Science and Artificial Intelligence e quello in Innovazione Digitale.