199 visite 45 secondi 0 commenti

Lagarde prova ancora a rassicurare le Borse, mistero sullo scudo anti-spread

In Economia, Primo piano
29 Giugno 2022
Europa in positivo, ma la presidente ribadisce solo che l’aumento di luglio sarà dello 0,25%

Lo scudo anti-spread annunciato da Lagarde

Lo scudo anti-spread sarà «efficace ma proporzionato», la Bce dovrà agire «in modo graduale ma determinato» , ha detto ieri la presidente della banca centrale europea, Christine Lagarde citando addirittura Leonardo da Vinci («ogni ostacolo cede alla severa determinazione») e Victor Hugo («la perseveranza è il segreto di tutte le vittorie») nel promettere una dura lotta all’inflazione. Dopo le parole della Lagarde lo spread tra Btp e Bund tedesco è sceso a 192 punti base rispetto ai 196,876 punti della chiusura di lunedì, con il rendimento del decennale italiano al 3,58% sul mercato secondario.

E anche le Borse hanno proceduto in rialzo dopo l’apertura già positiva della seduta. Eppure, al netto dei toni e dei riferimenti forbiti, anche il discorso tenuto ieri dalla presidente della Bce al Forum di Sintra ha ribadito gli obiettivi ma non ha ancora chiarito né le tempistiche né come sarà strutturato lo scudo che per ora resta quello strumento dai contorni indefiniti su cui giovedì 9 giugno la stessa Lagarde ha balbettato facendo impazzire i mercati per poi correre ai ripari mercoledì 15 giugno promettendo di progettarlo in fretta. Ieri non ci sono state altre gaffe o inciampi comunicativi ma le novità sono state comunque poche.

Continua a leggere sulla copia digitale del giornale