Tutti pazzi per il padel: un business da 700 milioni - V&A
Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Economia/Primo piano
EconomiaPrimo piano Sab 14 gennaio 2023

Tutti pazzi per il padel: in tre anni un milione di giocatori e un business da 700 milioni

In tre anni il padel ha conquistato un milione di italiani con un giro d'affari in crescita dell'800% e 6mila campi da gioco Tutti pazzi per il padel: in tre anni un milione di giocatori e un business da 700 milioni
Mikol Belluzzi
di 
Mikol Belluzzi

Tutti pazzi per il padel

Seimila campi da gioco con un giro d’affari in crescita dell’800% negli ultimi tre anni. Quasi un milione di praticanti che nel 2022 hanno acquistato qualcosa come 880 mila racchette. Sono i numeri boom del padel in Italia, il fratello povero del tennis che così povero non è più. Al punto che dal 1° gennaio di quest’anno la Federazione italiana tennis (Fit) e diventata Federazione italiana tennis e padel (Fitp). Un business che secondo l’Osservatorio sullo Sport System Italiano di Banca Ifis continuerà a lievitare in tutti i suoi segmenti: lo scorso anno il 60% del fatturato, circa 460 milioni, è derivato dal noleggio campi, mentre il resto se lo sono diviso l’attrezzatura tecnica e la costruzione dei campi.

Tornei ed Expo per renderlo più popolare

Sport consacrato in questi giorni a Milano da Padel Trend Expo, il primo evento internazionale con 90 espositori che su 18 mila metri quadri di superficie hanno presentato tutto lo scibile sulla popolare disciplina. Meno di un mese fa, sotto la Madonnina si è tenuta anche la Premier Padel Milano. Il torneo ha superato ogni più rosea previsione con ben 27 mila spettatori provenienti da tutta Italia e 187 tv collegate da tutto il mondo. Un tale successo che Luigi Carraro, presidente della Federazione Internazionale di Padel, ha annunciato di voler “organizzare tra 8 e 20 tornei nel 2023. Guardiamo le evoluzioni attorno a noi e, nel caso dovessero maturare le condizioni, saremmo pronti a raddoppiare le tappe”.

L’obiettivo è raggiungere la Spagna

L’obiettivo della Fitp guidata da Angelo Binaghi è raggiungere i numeri della Spagna, dove i praticanti sfondano i 6 milioni. Le previsioni di Banca Ifis sono incoraggianti. Dalle tendenze raccolte, gli italiani interessati sono 5,5 milioni, l’11% della popolazione maggiorenne. “La disciplina ha quasi un milione di praticanti, 70mila tesserati e un bacino potenziale che supera i due milioni” ha dichiarato Binaghi “mentre i praticanti del tennis sono 3,1 milioni. Il padel ha una possibilità di crescita enorme, in particolare fra i giovani. per cui si capisce come i due sport nel medio periodo dovrebbero arrivare numericamente a equivalersi. È quindi doveroso dare piena dignità al padel all’interno della nostra organizzazione».

Uno sport per cinquantenni

Il padel, infatti, viene praticato con regolarità dai giovani fino agli over 60, come accade per il tennis. In Italia, la fascia d’età che gioca di più è quella che va dai 46 ai 55 anni, seguita dalla fascia 36-45 anni. Il numero di giocatori che hanno un’età compresa fra i 26 e i 35 anni è simile a quello registrato nella fascia fra i 56 e i 65 anni, con una percentuale di donne che sfiora il 14%.

Una passione da calciatori

Inventato nel 1969 in Messico, nei quarant’anni successivi è diventato uno sport popolare in Argentina, in Spagna e in pochi altri paesi nel mondo. In Italia i primi a crederci sono stati imprenditori provenienti da diversi settori e soprattutto alcuni ex calciatori come Bobo Vieri e Demetrio Albertini (suoi i primi campi di Milano a CityLife), a cui poi si è aggiunto anche Francesco Totti, che hanno deciso di investire nel padel e organizzare tornei ed eventi per promuoverlo. In molti casi i campi hanno sostituito quelli prima dedicati al calcetto e al tennis in molti circoli sportivi, ma sono nate anche delle nuove strutture. In termini di spazio, la stessa superficie occupata da un solo campo da tennis consente di allestire tre campi di padel posizionati uno accanto all’altro, moltiplicando quindi la possibilità di incassi per i gestori.

Quanto costa realizzare un campo

Per realizzare un campo servono dai 25 ai 30mila euro, a cui va aggiunto il costo del terreno. L’importo può raddoppiare nel caso si metta una copertura per usarlo anche d’inverno. Negli ultimi due anni in Italia sono stati investiti circa 77 milioni di euro nelle infrastrutture dedicate al padel. Ma l’investimento si recupera abbastanza velocemente, al massimo in un paio d’anni, tre al massimo. In base a uno studio internazionale della società di consulenza Monitor Deloitte per conto di Playtomic, una piattaforma utilizzata in 35 paesi del mondo per organizzare le partite amatoriali, nel 2021 in Italia ogni campo è stato affittato in media per 8 ore al giorno e, considerando 28 euro il costo medio di un’ora di gioco, ha generato un incasso stimato di 82mila euro annui.

Condividi articolo