551 visite 43 secondi 0 commenti

Aumento di capitale di Saipem in salita, il salvataggio appeso alle banche

In Economia, Primo piano
29 Maggio 2022
La società quotata (i soci principali sono Eni con il 30,5% e Cdp con il 12,5%) deve tappare un buco di 2,4 miliardi di euro che ha rischiato di metterla in ginocchio.

No all’aumento «rolling» e facoltà per il consorzio non garantire l’aumento qualora l’inoptato dovesse risultare troppo oneroso per le banche. Saipem è una partecipata pubblica e opera in un settore strategico come quello dell’energia.

Eppure l’aumento di capitale, previsto entro la fine dell’anno, parte già in salita, con i paletti delle banche del consorzio che, seppure preliminari, fanno calare qualche ombra su quello che è a tutti gli effetti un salvataggio.

Continua a leggere sulla copia digitale del giornale di oggi