345 visite 3 minuti 0 commenti

Il gruppo Fs si allarga in Grecia, gestirà il collegamento da Atene a Salonicco

In Europa
2 Luglio 2022

Il gruppo Fs in Grecia

«Kalì dulià». Ovvero: «Buon lavoro». Una frase che l’amministratore delegato di Fs Luigi Ferraris ha pronunciato ad Atene al termine delle presentazione della nuova società di trasporto ferroviario greca (da qui la lingua usata alla chiusura del discorso) Hellenic Train, controllata dal gruppo italiano. «Un concreto contributo per la costruzione di un nuovo modello di trasporto intermodale, digitale e green e per realizzare gli stessi obiettivi che perseguiamo in Italia con il nostro Piano industriale, assumendoci l’impegno, anche qui in Grecia, di invogliare sempre più passeggeri a scegliere il treno per i loro spostamenti», ha commentato Ferraris.

Il piano di crescita europea di Fs

Un piano che si integra con la crescita a dimensione europea iniziata da Fs. Per diventare una vera «multi-domestic company», anche grazie «alla crescente liberalizzazione e alla spinta dell’Unione europea verso un trasporto collettivo e condiviso». In Grecia la nuova società partirà servendo la tratta Atene-Salonicco, dove già dallo scorso 15 maggio circolano gli ETR470, gli stessi treni utilizzati anche in Italia e in Svizzera. Con l’obiettivo di convincere i passeggeri che abitualmente si spostano tra le due città ad utilizzare il treno, invece dell’aereo o dell’auto. I convogli portati da Fs, assicurano, offrono un servizio con maggiori comfort e dopo alcuni interventi all’infrastruttura saranno ridotti anche i tempi di viaggio. «Il settore trasporti è un ingrediente chiave per lo sviluppo economico di un Paese e per migliorare la qualità della vita dei cittadini e in questo particolare rilevanza è rivestita dalla ferrovia», ha sottolineato il ministro dell’Economia Daniele Franco intervenuto alla presentazione di Hellenic Train.

Gli investimenti in Grecia

L’ambizione è quella di costruire «un modello di mobilità intermodale, connessa, digitale e sostenibile contribuirà notevolmente a migliorare il sistema dei trasporti greco», ha aggiunto il ministro. Con l’occasione è stato firmato anche un protocollo d’intesa tra il gruppo Fs con il Centre for Research and Technology Hellas per sviluppare nuove tecnologie per la sicurezza, l’intermodalità e la mobilità sostenibile. L’obiettivo, di cui non fa mistero di Fs, quello di esportare in Grecia, con Hellenic Train, le conoscenze e l’esperienza maturata, in linea con il Piano industriale. Va ricordato che in Grecia il gruppo di trasporti italiano già nel 2021 aveva investito 45,2 milioni di euro e prevede ulteriori investimenti entro il 2027 per acquistare 10 nuovi treni idrogeno e 10 nuovi treni elettrici.

/ Articoli pubblicati: 40

Giornalista, esperto di nuovi media e digitale. Responsabile dell'edizione online del quotidiano