Confcommercio: "Italia in salute, 8 miliardi per regali di Natale" - V&A
Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Famiglie/In evidenza
FamiglieIn evidenza Mer 06 dicembre 2023

Confcommercio: "Italia in salute, 8 miliardi per i regali di Natale"

Confcommercio stima che in Italia 43 milioni di persone faranno regali per il Natale 2023 con una spesa media di 186 euro a testa. Confcommercio: "Italia in salute, 8 miliardi per i regali di Natale"
Redazione Verità&Affari
di 
Redazione Verità&Affari

Confcommercio traccia un quadro a luci e ombre del momento economico del Belpaese. “L’Italia arriva all’attuale rallentamento in ottima salute”, premette il direttore dell’ufficio studi di Confcommercio, Mariano Bella, secondo cui ci sarà una crescita dello 0,8% quest’anno e dello 0,9% nel 2024, ma agosto e settembre sono stati il bimestre migliore di tutti i tempi per presenze turistiche, la produzione industriale ha smesso di calare e l’occupazione cresce.

Anche il presidente dell’associazione, Carlo Sangalli, vede segnali di tenuta: “Crescita dell’occupazione, taglio del cuneo fiscale e contributivo, frenata dell’inflazione rafforzano la fiducia per i consumi di Natale. Anche i minori costi energetici contribuiscono a ridurre l’incertezza per il 2024, che sarà un anno certamente impegnativo soprattutto per la difficile situazione internazionale”, dice alla presentazione delle previsioni su tredicesime e consumi di Natale.

Confcommercio stima che in Italia 43 milioni di persone faranno regali per il Natale 2023 con una spesa media di 186 euro a testa, in crescita dai 165 euro dello scorso anno in termini reali, al netto dell’inflazione. La spesa complessiva, secondo l’analisi dell’ufficio studi, raggiungerà 8 miliardi di euro, un livello che supera quello del 2022 e del 2021 (7,1 miliardi e 7,8 miliardi ai prezzi del 2023) ma è ancora al di sotto di quello del 2020 (era 8,3 miliardi) e del periodo pre-Covid. Farà regali oltre il 73% degli intervistatie circa 4 su 10 di quelli che li faranno considerano comprare doni “una spesa che piace affrontare

Per quel che riguarda le tredicesime mensilità in arrivo, il volume – considerando dipendenti e pensionati – raggiunge 50,1 miliardi di euro, dai 47,4 miliardi del 2022 a prezzi correnti. Di questi, al netto del fisco ed extra-costi dell’energia, ne restano disponibili per i consumi 43,6 miliardi, 8,7 miliardi in più rispetto all’anno scorso, segnato dall’alta inflazione e dalla crisi energetica. I consumi medi da tredicesima per famiglia a prezzi costanti sono previsti di 1.882 euro, 284 euro in più rispetto all’anno precedente ma ancora al di sotto dei 1.936 euro del 2019, prima del Covid.

Condividi articolo