220 visite 3 minuti 0 commenti

Il fotovoltaico può fare la differenza, Legambiente inventa il pannello sospeso

In Famiglie
7 Giugno 2022
Al via la nuova campagna di raccolta fondi promossa da Legambiente insieme a Enel X dedicata alla lotta contro la povertà energetica e all’impatto sociale ed economico che può avere il pannello solare da appartamento

Roadshow in 9 città italiane per parlare dei vantaggi del fotovoltaico

Come combattere il caro energia e ridurre il costo delle bollette? Una delle soluzioni più semplici e pratiche arriva dal fotovoltaico da appartamento: economico, di facile installazione e attivazione e in grado di coprire i consumi di alcuni elettrodomestici, come la televisione, il frigorifero o il condizionatore, con un risparmio in bolletta fino al 25%, generando anche benefici ambientali. Permette, infatti, di produrre energia pulita, contribuendo al contrasto della crisi climatica e alla riduzione dell’inquinamento atmosferico: evita l’immissione in atmosfera di 145Kg di CO2 all’anno, equivalenti alla quantità di CO2 assorbita da circa 10 alberi.

Per questi motivi Legambiente insieme ad Enel X, la global business line di Enel dedicata ai servizi innovativi, lancia la nuova campagna di raccolta fondi #UnPannelloInPiù con il doppio obiettivo di aiutare le famiglie in difficoltà e di informare e sensibilizzare i cittadini sulle grandi potenzialità di questa tipologia di pannelli. Con una semplice donazione, che si potrà fare sul sito di Legambiente le persone, le associazioni e le imprese, potranno contribuire all’acquisto di pannelli fotovoltaici da appartamento a famiglie in difficoltà economica e sociale. Un po’ come il caffè sospeso, ma con un impatto molto più significativo in termini di risparmio e qualità di vita. Il fotovoltaico da appartamento ha un potenziale importante per moltissime abitazioni. Considerando solo quelle classificate di tipo civile (A/2) ed economico (A/3), parliamo di circa 23 milioni di balconi o superfici verticali che possono ospitare impianti di questo tipo. Se solo il 20% di questi appartamenti si dotasse di un pannello fotovoltaico sul proprio balcone o finestra, si eviterebbe l’immissione in atmosfera di oltre 600mila tonnellate di CO2 all’anno, pari a quella assorbita da una foresta di circa 35 milioni di alberi. Questo gesto equivarrebbe a installare 1.6 GW di nuova potenza fotovoltaica, più della metà dell’obiettivo del Green Deal fissato per il 2022 in Italia. Inoltre, contribuirebbe a risparmiare circa 225 milioni di m3 di gas importato dall’estero.   

L’iniziativa di crowdfunding sarà accompagnata da una campagna itinerante che dall’8 al 27 giugno farà tappa in nove città italiane – Napoli (8 giugno), Brindisi (10 giugno), Palermo (13 giugno), Roma (15 giugno), Cagliari (18 giugno), Firenze (21 giugno), Torino (23 giugno), Milano (25  giugno), Bologna (27 giugno) con una serie di appuntamenti finalizzati a sensibilizzare cittadini e cittadine su tutti gli strumenti oggi esistenti per ridurre i costi in bolletta, tra cui il ruolo del solare fotovoltaico nella lotta contro la povertà energetica, ma anche risparmio ed efficienza, comunità energetiche, bonus sociali e sharing economy. Parliamo di una soluzione economica, di facile installazione e attivazione, in grado di facilitare l’accesso alla tecnologia solare rendendola davvero a portata di tutti e tutte.

/ Articoli pubblicati: 800

.