663 visite 2 minuti 0 commenti

I prezzi del gas trainano Eni, utile a 7,39 miliardi nel semestre

In Finanza, In evidenza
29 Luglio 2022

I conti del primo semestre di Eni

Nel primo semestre 2022, Eni registra un utile netto pari a 7,39 miliardi di euro e un utile netto adjusted pari a 7,07 miliardi di euro. Il Cda ha approvato i risultati consolidati del secondo trimestre e del primo semestre 2022. Nel secondo trimestre, l’utile netto adjusted del gruppo è pari a 3,81 miliardi di euro, in miglioramento di 2,9 miliardi rispetto al secondo trimestre 2021 (+5,9 miliardi nel primo semestre) sostenuto dal robusto utile operativo a cui si aggiunge la positiva performance delle partecipazioni valutate all’equity e la riduzione del tax rate (sostanzialmente invariato nel confronto con il primo trimestre 2022). I risultati conseguiti e l’aggiornamento delle nostre previsioni sul mercato di riferimento “ci consentono di migliorare la remunerazione degli azionisti aumentando il programma 2022 di acquisto di azioni proprie a 2,4 miliardi di euro”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi.

I risultati finanziari conseguiti sono sostenuti dalla costante attenzione all’efficienza e al controllo dei costi, fa sapere il Cda. L’ebit adjusted di gruppo è stato di 11,03 miliardi di euro nel primo semestre, in aumento del 228 per cento su base annua, e di 5,84 miliardi nel secondo trimestre, in crescita del 13 per cento rispetto al trimestre precedente e più che duplicato rispetto al secondo trimestre 2021, trainato dal favorevole andamento dello scenario prezzi delle commodity, dai robusti margini di raffinazione e dalla costante attenzione al controllo dei costi e alla performance operativa dei business. Nel secondo trimestre 2022 la produzione di idrocarburi di 1,58 milioni di boe/giorno (1,62 milioni di boe/giorno nel primo semestre 2022) è diminuita dell’1 per cento rispetto al secondo trimestre 2021 (-2 per cento rispetto al primo semestre 2021). 

/ Articoli pubblicati: 732

.