408 visite 2 minuti 0 commenti

Mps, esposto di Bluebell sul possibile ingresso di Anima nel capitale

In Finanza
13 Settembre 2022

L’ingresso di Anima nel capitale di Mps 

Bluebell Partners, l’investitore attivista da anni impegnato nelle vicende di Monte dei Paschi, ha presentato un esposto in Consob sul caso di Amina e del possibile ingresso nel capitale della banca da parte della società di gestione. Secondo l’esposto, firmato dal partner di Bluebell Giuseppe Bivona, “in primo luogo, sarebbe ravvisabile, inter alia, un tema (gigantesco) di financial assistance (art. 2358 c.c). Come immagino sapete, la direttiva comunitaria ha ridisegnato la disciplina in materia di assistenza finanziaria eliminando il divieto assoluto ma limitando la possibilità per le società per azioni di concedere un’assistenza finanziaria per l’acquisizione di proprie azioni nell’ambito di precisi presupposti e nel limite di riserve distribuibili, che a me francamente (e per quanto dato sapere) non sembrano sussistere”.

Inoltre, prosegue l’esposto recapitato anche ai giornali, “a tutto questo si aggiunge che l’ingresso di Anima nel capitale di Mps a fronte di un corrispettivo nella forma di rafforzamento degli accordi commerciali, ha il ‘sapore’ di trasformare un contributo di capitale in una cartolarizzazione di future commissioni che i clienti di MPS saranno chiamati a pagare (sic!). Tutto questo minerebbe l’integrità del capitale.

“A me sembra che le notizie pubblicate (non smentite né da Anima né da MPS) – certamente idonee a condizionare le quotazioni di borsa di entrambe le società – richiedano un immediato intervento della Consob. Chiedo dunque alla Consob di esercitare i poteri di cui all’art 114 TUF onde ingiungere sia a Mps che ad Anima (entrambe società quotate) di informare il mercato confermando (o smentendo) le notizie pubblicate sui giornali fornendo al contempo tutti gli elementi necessari alla loro corretta valutazione”, conclude la lettera.