Via libera al Ddl concorrena ma mnacano i balneari - V&A
Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

ApprofondimentiGoverno Mer 15 novembre 2023

Ddl Concorrenza, via libera ai contatori intelligenti e ai dehors fino al 2024. Mancano i balneari

Ora il Ddl concorrenza andrà in Senato per il via libera definitivo. Ancora attesa per le misure sui bandi delle spiagge italiane. Ddl Concorrenza, via libera ai contatori intelligenti e ai dehors fino al 2024. Mancano i balneari parlamento
Redazione Verità&Affari
di 
Redazione Verità&Affari

Oggi il Senato ha approvato il Ddl concorrenza con 79 sì, 57 no e 6 astenuti. Il testo passa ora all’esame della Camera. Il disegno di legge annuale per il Mercato e la Concorrenza si inserisce nel quadro delle misure e degli interventi di attuazione del Pnrr e contiene norme volte a garantire il raggiungimento di alcune “milestone” fissate nel quadro del Piano.

Il Ddl introduce una serie di novità volte a promuovere la concorrenza in diversi settori dell’economia italiana, ma lascia fuori il capitolo balneari e la riforma delle concessioni delle spiagge italiane da anni chiesta da Bruxelles.

Ecco le principali novità del Ddl concorrenza

Commercio ambulante su aree pubbliche
Nel settore del commercio al dettaglio, il Ddl prevede l’assegnazione delle concessioni di posteggio su aree pubbliche tramite gare a evidenza pubblica per una maggiore concorrenza e trasparenza nel settore, a partire sin da subito dai posteggi non ancora assegnati, salvaguardando il legittimo affidamento degli attuali concessionari che potranno godere di un rinnovo delle attuali concessioni in via eccezionale per 12 anni.

Contatori intelligenti (smart meters)
Nel settore dell’energia, il Ddl prevede il potenziamento e la pianificazione dello sviluppo della rete elettrica nazionale e la promozione dell’utilizzo dei contatori intelligenti (smart meters), per favorire il risparmio energetico e il contenimento del prezzo dell’energia elettrica.

‘Cold ironing’ in porto per la tutela dell’aria
Nel settore dei trasporti, introduce il processo di ‘cold ironing’, che consente lo spegnimento dei motori navali durante l’ormeggio in porto a tutela della qualità dell’aria nelle aree portuali.

Maggior concorrenza nel settore farmaceutico
Nel settore farmaceutico, il Ddl prevede misure per promuovere una maggiore concorrenza e capacità di scelta per i consumatori al fine di avviare un processo di riduzione dei prezzi praticati nei relativi mercati.

Rafforzamento dei poteri AGCM
Il Ddl prevede il rafforzamento e la razionalizzazione dei poteri di accertamento e sanzionatori dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato attribuendo all’AGCM le funzioni di cui al regolamento UE “Digital Markets Act”, relativo alla disciplina dei mercati equi e contendibili nel settore digitale.

Ecco disposizioni di particolare rilievo introdotte in sede parlamentare

Adeguamento limiti esposizione ai campi elettromagnetici
Viene previsto l’adeguamento a 15 V/m dei limiti di esposizione ai campi elettromagnetici, che in Italia erano fermi a 6 V/m, garantendo il miglioramento della connettività mobile e della qualità dei servizi, senza pregiudizio per la salute pubblica.

Maggior tutela dei consumatori nei contratti conclusi per telefono e a tacito rinnovo
Nel caso di contratti di servizi conclusi per telefono, è previsto che il consenso prestato dal consumatore sia valido solo qualora quest’ultimo abbia preliminarmente confermato la ricezione del documento contenente le condizioni contrattuali. Inoltre, in caso di contratti a tacito rinnovo, il professionista, trenta giorni prima della scadenza del contratto, sarà tenuto ad avvisare il consumatore, per iscritto anche tramite sms, della data entro cui può inviare formale disdetta: in mancanza di tale comunicazione quest’ultimo potrà recedere dal contratto in qualsiasi momento e senza spese.

Proroga alle deroghe per l’installazione dei dehors
Introdotta un’ulteriore proroga al 31 dicembre 2024 delle deroghe ai vincoli paesaggistici previsti per l’installazione dei c.d. dehors (ossia elementi di arredo urbano quali attrezzature, pedane, tavolini) su vie, piazze, strade e vengono valorizzate e tutelate le botteghe storiche e i servizi di vicinato prevedendo, d’intesa con le associazioni degli operatori e senza discriminazioni tra essi, limitazioni all’insediamento di determinate attività commerciali nei centri storici.

Stop all’uso del database sulla portabilità per offerte differenziate
Viene infine previsto che i fornitori di servizi di comunicazione elettronica non possano utilizzare le informazioni acquisite tramite il database sulla portabilità dei numeri per formulare offerte differenziate agli utenti finali, in ragione del fornitore di provenienza.

Condividi articolo