327 visite 13 secondi 0 commenti

Snam compra la nave rigassificatrice, ma ora non sa dove metterla

In Imprese
2 Giugno 2022
Dal 2023 la struttura fornirà il 6,5% del fabbisogno. Però Piombino e Brindisi non la vogliono.

Il rigassificatore galleggiante di Snam

Snam ha trovato il rigassificatore galleggiante. La società guidata da Stefano Venier ha infatti annunciato la firma di un contratto importante, quello da circa 330 milioni di euro per l’acquisizione dalla Golar Lng del 100% del capitale sociale di Golar Lng Nb 13 Corporation che possiede come unico asset la nave di stoccaggio e rigassificazione Golar Tundra.

L’operazione, si spiega in una nota, è stata approvata dal cda di Snam il 30 maggio. La Golar Tundra può operare sia come nave metaniera per il trasporto del gas naturale liquefatto (Lng) sia come Fsru (Floating Storage and Regasification Units, navi metaniere trasformate in rigassificatori). La nave, costruita nel 2015, ha una capacità di stoccaggio di circa 170.000 metri cubi di gas naturale liquefatto e una capacità di rigassificazione continua di 5 miliardi di metri cubi l’anno.

Continua a leggere sulla copia digitale del giornale di oggi