Borsa Milano le azioni da comprare oggi 16 febbraio 2023 V&A
Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ In evidenza/Investimenti
In evidenzaInvestimenti Gio 16 febbraio 2023

Le azioni da comprare oggi in Borsa Milano. Fari puntati su Stm e Tenaris

La Borsa di Milano è vista partire in rialzo.. Il future guadagna mezzo punto. Le migliori azioni da comprare oggi sono Stm e Tenaris. Le azioni da comprare oggi in Borsa Milano. Fari puntati su Stm e Tenaris ESTERNO PALAZZO MEZZANOTTE BORSA ITALIANA MILANO PIAZZA AFFARI
Nino Sunseri
di 
Nino Sunseri

Giornalista economico finanziario da oltre 50 anni, ha cominciato nel 1974 al Giornale di Sicilia. Ha lavorato rivestendo ruoli di caposervizio e inviato per il Corriere della Sera, La Repubblica e Libero.

Le migliori azioni da comprare e vendere oggi alla Borsa di Milano

Le azioni migliori da comprare oggi 16 febbraio 2023 a Piazza Affari sono Stm e Tenaris. Apertura vista in rialzo  in rialzo:  future indice EuroStoxx50 +0,5%.

 COMPRARE E VENDERE OGGI A PIAZZA AFFARI

 

STM

Bernstein alza il target da 45 a 55 eu, conferma il giudizio Outperform.

TENARIS

Batte le attese con i conti del 2022 e fornisce una previsione  sul 2023 positiva. Chiude il quarto trimestre con un margine di 1,27 miliardi di dollari, +163%. Il consensus era circa cento milioni di dollari più in basso. Dividendo 0,34€ Il produttore di tubi speciali spiega  che, “permangono le condizioni per un ulteriore incremento degli investimenti nell’energia, con bassi livelli di capacità inutilizzata, l’attuazione di ulteriori sanzioni sulle esportazioni russe e una rinnovata attenzione alla sicurezza energetica in tutto il mondo”.

 AZIONI DA TENERE D’OCCHIO ALLA BORSA DI MILANO

DOXEE

 Doxee, leader nell’offerta di prodotti in ambito Customer Communications Management, ha siglato un nuovo accordo con Lleida.net per la fornitura di servizi di sicurezza e compliance relativi al recapito delle comunicazioni digitali.

EVISO

Ha esaminato alcuni dati relativi al 1° semestre luglio-dicembre 2022, non sottoposti a revisione legale. I ricavi sono stati pari a circa 145 milioni, +47% su base annua.  L’indebitamento risulta pari a 4 milioni. La variazione e` stata influenzata dall’aumento del 95% su base annua del prezzo medio dell’energia, dal pagamento del contributo su extra-profitti per 2,9 milioni e dal versamento di 0,9 milioni a titolo di acconti su forniture gas.

FIRST CAPITAL

Gruppo di partecipazione finanziaria, ha comunicato alcuni dati preliminari sul 2022. La società ha precisato che dall’inizio del 2023 il portafoglio ha registrato una crescita di oltre il +5%, recuperando buona parte del valore perso nel 2022. Il Net Asset Value complessivo al 31 dicembre 2022 si attesta a 79,2 milioni (di cui 3 milioni di pertinenza di terzi), pari a euro 27,4 per azione. Era 74,2 milioni al 30 settembre 2022 e 89 milioni al 31 dicembre 2021.

GPI

Chiude il 2022 con ricavi complessivi superiori a 355 milioni  ( +8,6%). La crescita, per la maggior parte organica, è superiore alle previsioni.

ITALGAS

Il Tar di Milano ha dato ragione alle aziende della distribuzione del gas che avevano impugnato un provvedimento del regolatore Arera.

NHOA

E’ specializzata nello stoccaggio di energia e nella mobilità elettrica quotata alla Borsa di Parigi. Dal 2035 non potranno più essere commercializzate nuove auto inquinanti, ossia dotate di motori termici alimentati da diesel e benzina. Lo ha stabilito ieri il Parlamento Europeo. La stretta non riguarda solo le automobili, ma anche Tir e Bus, per i quali è previsto un taglio delle emissioni nocive del 45% entro il 2030 e del 90% entro il 2040.

TENDENZA

FTSE MIB (27.498 punti)

 Prosegue bene la terza settimana di febbraio. La settima al rialzo.  . E’  probabile che l’approdo in area 28mila possa attivare una fase di consolidamento, perciò si può prendere profitto con proiezione al ribasso verso 26.000/26.500. Pronti, però, a rientrare alla prima chiusura sopra 28.500 per target 32mila.

 

 PREVISIONI

Le novità più interessanti  sono giunte ancora una volta dall’Europa. Il FTSE100 di Londra +0,5%, ha toccato il nuovo record, superando quota 8mila per la prima volta nella storia. EUROSTOXX 50 +1%: nuovo massimo da 12 mesi. CAC 40 di Parigi +1,2%: nuovi top da gennaio 2022. IBEX spagnolo +0,5%: nuovi top da giugno 2021. Il nostro FTSEMIB (+0,1%, 27.533) ha chiuso a meno di un punto dal record degli ultimi 12 mesi toccato martedì a 27.680 punti. 

ANALISI TECNICA

ANIMA 

Chiusura a 4,17€ (-3,06%)  Allunga su nuovi massimi fino a 4,3680€ ma poi si sgonfia. Comprare sui ritracciamenti. In direzione 4,5€. L’annuncio dell’ingressi di Fsi Holding con il 7,2% attira l’interesse degli analisti  EQUITA Sim, raccomandazione BUY e il TP a 4,5 €  Akros ha alzato il giudizio da Neutral ad Accumulate, con TP a 4,3 €. Intesa Sanpaolo conferma la raccomandazione BUY e il TP a 4,9 € .

 

AVIO 

Chiusura a 10,04€  I prezzi sonnecchiano da qualche mese. Zona ancora d’acquisto verso il Tp a 11,5€. Stop loss a 8,6€

 

BANCO BPM 

Chiusura a 4,1€.   Consolida sui top di periodo. Comprare sulle debolezze verso la soglia di 4€.  Target 4,6€ e stop loss a 3,8€. L’analisi fondamentale di Intermonte ha un Tp a 5,4€   Barclays ha alzato da 5 a 5,6 € il TP confermando la raccomandazione Overweight. Intesa Sanpaolo ha alzato da 4,9 a 5,3 € il TP confermando la raccomandazione BUY. Hsbc ha alzato il Tp da 4,15 a 4,95 euro, Buy confermato.

 

ENEL

Chiusura a 5,39€. Comprare sulle debolezze verso 5,25€ con Tp a 6,3€. Stop loss a 4,8€. L’analisi fondamentale di Intermonte indica un Tp a 6€ – UBS conferma rating BUY e TP di 6 €

 

FINCANTIERI 

Chiusura a 0,65€ I prezzi attaccano lo spartiacque grafico in zona 0,65 eu: una volta superato, si  apriranno gli spazi per tornare sulla parte alta della banda descritta negli ultimi 3 anni (0,8/0,85 eu).

 

INTERPUMP 

Chiusura a 51.85€ . Il  rally partito da settembre è ancora in corso. Questi prezzi sono ancora d’acquisto in attesa di nuove accelerazioni verso il Tp a 56€. Stop loss a 46€

 

INTESA 

 Chiusura 2,5€  Il rally potrebbe perdere forza.  Comprare sulle debolezze verso quota 2,25€. Tp a 2,6€.  Stop loss a 2,1€. L’analisi fondamentale di di Websim indica un Tp 3,2€   Hsbc  ha alzato il Tp da 3 a 3,20 euro. Equita Sim conferma la raccomandazione BUY e il TP a 3,3 € dopo che la banca ha collocato con successo una nuova emissione subordinata per un nominale di 1 mld di €.

 

PIRELLI

Chiusura a 4,79€ Titolo ancora molto distante dai top a 6,73 eu del 2021: prossimo spartiacque in zona 5,1 eu. Il Messaggero fornisce indicazioni supplementari alle indiscrezioni riguardanti l’intenzione di Sinochem di cedere la sua quota, pari al 37%. L’operazione è subordinata al gradimento di Marco Tronchetti Provera. Il quotidiano parla anche della possibilità per Camfin di incrementare la quota, oggi intorno al 14%.

 

RECORDATI [

Chiusura 40,97€ Prezzi ancora in modalità accumulativa sopra i supporti in zona 38/40 eu, per cui ancora in area d’acquisto.

 

TECHNOGYM 

Chiusura a 8,27 € Da qualche settimana consolida all’interno di una banda che dovrebbe trattarsi di un segnale  rialzista: comprare verso Tp a 9€. Stop loss a 7,5

 

WEBUILD 

Chiusura a 1,73€  In consolidamento da circa 3 settimane: probabilmente si tratta di un segnale rialzista. Attesa  accelerazione  verso 1,8 eu.

 

ANALISI FONDAMENTALE

 

PROMOSSI

CREDEM

Mediobanca Securities ha alzato da 7,2 a 8,5 € il TP confermando la raccomandazione Neutral. Gli analisti ritengono che la banca sia in una solida posizione per beneficiare del contesto macro, ma pensano anche che ciò sia scontato nei prezzi.

ELICA

Mediobanca Securities ha alzato da 3,4 a 3,8 € il TP, confermando la raccomandazione Outperform dopo i conti del quarto trimestre 2022, che hanno evidenziato redditività e generazione di cassa un po’ migliori delle attese. Equita Sim invece ha limato da 3,5 a 3,4 € il TP, confermando la raccomandazione BUY

 FARMAE

Alantra ha alzato a 18 euro  (da 15 euro) il suo prezzo obiettivo , mantenendo il giudizio Buy. La revisione della raccomandazione è arrivata dopo che la società ha comunicato i risultati preliminari del 2022, il cambio di denominazione della società in Talea e la nuova strategia. Alantra afferma che la società ha comunicato “molto più di un rebranding“, ricordando che l’evoluzione strategica prevede: il consolidamento del core business B2C; l’espansione dei servizi digitali B2B; il potenziamento delle operazioni logistiche; la potenziale espansione internazionale, anche attraverso M&A.

LANDI RENZO

La Commissione Europea, segnala Akros, potrebbe considerare verde l’idrogeno prodotto con energia nucleare. La notizia è potenzialmente positiva: l’idrogeno a prezzo più basso sarebbe chiaramente favorevole per l’investimento in  Landi R.”, commentano gli analisti, che sul titolo hanno una raccomandazione BUY e un prezzo obiettivo a 0,74 €.

 

BOCCIATI

 BANCA GENERALI

Intesa Sanpaolo ha ridotto da ADD a HOLD il giudizio, con TP che passa  a 34,3 €. Il rating scende per tener conto del “limitato potenziale di rialzo incorporato”, spiegano gli analisti.

BANCA IFIS

Akros ha ridotto da accumulate a Neutral il giudizio, con TP  a 16,8

 MFE 

Akros ha ridotto da BUY a Neutral il giudizio, con TP che passa a 0,7 €. Il rating scende dopo il movimento positivo fatto segnare dal titolo negli ultimi tre mesi, spiegano gli analisti.

NEUTRALI

 SABAF

Equita Sim conferma la raccomandazione HOLD e il TP a 21 €. I risultati del quarto trimestre 2022 sono stati sotto le attese,  Mediobanca Securities conferma la raccomandazione Neutral e il TP a 24 €.

TIM 

Equita Sim conferma il TP a 0,41 € sul titolo dopo i risultati del quarto trimestre 2022 e il piano al 2025 .  Sul tema “NetCo”, aggiungono gli analisti, il CEO di Tim “Labriola intende negoziare senza urgenza, in attesa di verificare l’interesse anche da altre controparti”.

 WALL STREET

Wall Street è vista partire in rialzo. Il future sale dello 0,2%. Ieri il   Dow Jones guadagna lo 0,11% a 34.128,34 punti, lo S&P 500 lo 0,28% a 4.147,80 punti e il Nasdaq lo 0,92% a 12.070,59 punti. I dati degli ultimi due giorni forse  hanno del tutto ridimensionato le aspettative di una frenata brutale della crescita economica (hard landing) e gli ottimisti, alla luce dell’andamento dei consumi in questa prima parte del 2023, cominciano a parlare di soft landing o addirittura no landing. Il fatto che la Federal Reserve, con questa dinamica benigna, si ritrovi a prolungare la stretta monetaria, non sta disturbando i mercati.

 

POLVERE DI  STELLE

 AIRBNB

Chiusura a 137,01$ (+13,35%)  ha comunicato dati del trimestre superiori alle aspettative e previsioni sul 2023 parecchio sopra quel che si aspettava il consensus. Sempre nel campo turistico, sale Tripadivisor  dopo aver diffuso risultati superiori alle stime

 ANALOG DEVICES

Chiusura a 196,18$ (+7,47%)n. Il produttore di chip ha conseguito utili per azione rettificati pari a 2,75 dollari, sopra i 2,61 dollari attesi dagli analisti

 BIOGEN

Chiusura a 278,98 (-3,49%). Ha chiuso il quarto trimestre con utili per azione  a 4,05 dollari, sopra le attese di 3,49 dollari.

 ASIA

La Borsa di Hong Kong sale dopo quattro sedute consecutive di ribasso, il +2,3% dell’indice Hang Seng è una delle variazioni più ampie da inizio anno. Il Csi 300 dei listini di Shanghai e Shenzen guadagna l’1%

GIAPPONE

Nikkei di Tokyo +0,7% nel giorno della pubblicazione della bilancia commerciale: il disavanzo ha toccato un nuovo livello record a 3.500 miliardi di yen. Le esportazioni sono salite del 3,5% anno su anno grazie all’aumento delle vendite di semiconduttori.

OBBLIGAZIONI

 Il T Bond si è leggermente indebolito a 3,78%. Nuovo massimo da inizio anno per il Bund tedesco a 2,47%. Spread con Btp in allargamento a 185 punti. Banca d’Italia ha comunicato ieri sera che alla fine del 2022 il debito pubblico era 2.762,5 miliardi (150,3 per cento del PIL). A  fine 2021 il debito ammontava a 2.678,1 miliardi Le disponibilità liquide del Tesoro sono diminuite di 4 miliardi, a 43,5.  Acquistare i Treasury decennali  con rendimento sopra 3,50%, Btp decennali sopra 4%, Bund oltre 2% perchè su un orizzonte lungo gli attuali rendimenti sono destinati a rientrare. 

 ENERGIA

PETROLIO

Il quadro resta molto incerto. Brent (85,90$) in rialzo dell’1% su aspettative di una ripresa della domanda globale. Lee scorte di greggio USA sono cresciute di 16,28 milioni di barili la scorsa settimana, molto più dei 10 milioni pronosticati dall’API. Si tratta di un incremento percentuale del +3,58%, l’ottavo di seguito su base settimanale. Lo stock ha raggiunto i 471 milioni di barili, il più elevato da giugno 2021.

GAS

E’  rimbalzato del +4% allontanandosi dai minimi degli ultimi 14 mesi. 

VALUTE

Euro  poco mosso a 1,070 sul dollaro sui livelli di inizio anno. I dati di ieri hanno mostrato che le vendite al dettaglio USA sono aumentate del +3,0% a gennaio, il maggior incremento in quasi due anni. I dati di dicembre non sono stati rivisti e hanno mostrato un calo delle vendite dell’1,1%. Un set di numeri che rafforza lo scenario di tassi Usa alti per un periodo più prolungato del previsto. Comprare dollari all’avvicinamento della prima area di forte resistenza (1,11/1,12), vendere dollari in area 1,04. 

ORO

 Poco mosso a 1.835 dollari sui minimi da inizio gennaio. I dati robusti sui consumi negli USA hanno raffreddato l’aspettativa di una FED più morbida. La tendenza di fondo resta tuttavia impostata al rialzo, i ribassi  verso 1.850/1.800€ sono occasione per comprare sulla debolezza in ottica di diversificazione del portafoglio.

 LA FRASE DEL GIORNO

Non cercare di comprare ai minimi e vendere ai massimi, nessuno ci riesce, eccetto i bugiardi.

 

Questo articolo è stato redatto a solo scopo informativo, non costituisce attività di consulenza né sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni riportate sono di pubblico dominio, ma possono essere suscettibili di variazioni in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina pertanto ogni responsabilità e si ricorda che qualunque operazione finanziaria viene fatta a proprio esclusivo rischio.
Condividi articolo