305 visite 3 minuti 0 commenti

Una nuova pay tv arriva in Italia: è Paramount+

In Media
21 Giugno 2022

La nuova pay tv Paramount+

Paramount+, il servizio streaming di Paramount Global arriverà in Italia il prossimo settembre. Il 22 giugno il servizio video in streaming verrà lanciato ufficialmente in Europa nel Regno Unito e in Irlanda e poi negli altri paesi. Oltre all’Italia Francia, Germania, Svizzera, e Austria dove arriverà a dicembre. Il settore dello streaming, che in Italia vede tra i principali Netflix, Now Tv, Amazon Prime Video, Disney Plus, Apple Tv Plus, Discovery+,Infinity, Dazn, Timvision, si arricchisce dunque di una nuova piattaforma.

L’offerta, oltre 8 mila ore disponibili al momento, spazia tra contenuti globali, quali Scream e il franchise Star Trek, e contenuti locali disponibili al lancio come Circeo, 14 giorni, Corpo Libero e più avanti Miss Fallaci. I risultati sono stati particolarmente soddisfacenti per Paramount+, che ha visto crescere la sua platea di abbonati anche grazie all’ottimo riscontro della serie Tv Halo (disponibile anche in Italia tramite Sky). Inoltre, per coloro che già sono in possesso del pacchetto Sky Cinema o di altri abbonamenti, l’accesso a Paramount+ non costerà nulla. Pare anche che la casa stia stringendo accordi con altre piattaforme oltre a Sky.

L’offerta di Pluto Tv

L’offerta è in parallelo con Pluto Tv che conta 100 canali ed è stata lanciata 8 anni fa. Pluto è presente, dall’anno scorso, anche nel nostro Paese. Si tratta, spiegano in ViacomCbs Networks International, di due offerte complementari. La prima, Pluto è free e prevalentemente lineare, la seconda pay, modello Svod (subscription video on demand) proporrà un’offerta premium fatta di contenuti originali, i «Paramont+ Originals».

Non c’è dubbio comunque che la pandemia abbia accelerato l’accesso ai servizi e alle piattaforme streaming in Italia che sono però quasi tutte statunitensi. In Europa il giro d’affari continua a crescere. Secondo i dati di Pwc i ricavi dei servizi di Ott video in Europa nel 2022 sono stimati intorno a 12 miliardi di euro, circa il doppio degli incassi al botteghino dei cinema che molto risentono di questo travaglio di utenti .

Per quanto riguarda l’Italia invece alcune stime mostrano come, a fine 2022, gli abbonati alle piattaforme Svod (cioè quelle che richiedono un abbonamento) saranno oltre 17 milioni, in aumento dai 15 dello scorso anno. Nella top ten dei primi dieci operatori, spicca al primo posto Netflix, con 4,6 milioni stimati alla fine di quest’anno, seguita da Dazn (2,5 milioni), Disney+ (2 milioni), Amazon Prime Video (1,8 milioni) e TimVision (1,5 milioni). Poi c’è Infinity con 1,1 milioni, ossia la piattaforma a pagamento del gruppo Mediaset che è alla ricerca di un modello di business internazionale per la sua tv generalista che riesca a contrastare i giganti della tv a pagamento via web.

/ Articoli pubblicati: 825

.