Borsa di Milano debole in attesa della Fed
Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ In evidenza/Mercati
In evidenzaMercati Gio 24 agosto 2023

Borsa di Milano, Piazza Affari debole in attesa della Fed

Investitori in attesa di segnali dagli Stati Uniti. La Borsa di Milano chiude a ì0,5%. Domina il timore di una politica dei tassi restrittiva Borsa di Milano, Piazza Affari debole in attesa della Fed Borsa di Milano
Redazione Verità&Affari
di 
Redazione Verità&Affari

Piazza Affari debole a fine giornata in attesa di indicazioni da parte della Fed. Tutti i listini del Vecchio continente sono con il fiato sospeso per avere aggiornamenti sulla politica monetaria statunitense mentre a Johannesburg si è concluso il forum dei Brics. A Milano il Ftse Mib ha perso lo 0,57%, a Parigi il Cac40 lo 0,44% e a Francoforte il Dax40 lo 0,68%, mentre Madrid e Londra si sono mantenute sulla parità. 

Da Oltreoceano arrivano poi anche altri indicatori essenziali per interpretare l’andamento dell’economia: le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione sono state inferiori alle attese, mentre gli ordini di beni durevoli sono scesi a luglio più di quanto previsto. Sul fronte societario i risultati di Nvidia hanno sorpreso in positivog. Ma gli investitori restano cauti perchè  vorrebbero essere rassicurati dall’intervento del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, in calendario per domani al simposio di Jacksone Hole, iniziato oggi.

TASSI

Sempre domani parlerà (in serata, ora italiana) anche la numero uno della Banca centrale europea, Christine Lagarde. In una giornata negativa a livello settoriale per i comparti auto e materie prime Intanto a Wall Street, gli indici sono in terreno positivo, anche se il Nasdaq ha perso lo slancio iniziale con i realizzi che frenano alcuni titoli tech dopo i rialzi degli ultimi giorni.

VALUTE

Sul mercato dei cambi, l’euro passa di mano a 1,0829 dollari (1,085 in avvio e in chiusura di ieri). L’euro vale anche 157,789 yen (157,53 e 157,09), e il dollaro 145,711 yen (145,09 e 144,71).

ENERGIA

Seduta volatile per il petrolio: il contratto sul Brent consegna Ottobre scivola dello 0,16% a 83,08 dollari al barile e quello di pari scadenza sul Wti dello 0,11% a 78,8 dollari al barile. In deciso calo il prezzo del gas ad Amsterdam, dopo aver segnato un primo prezzo sotto i 30 euro al Mwh, scambia a 32,12 euro (-12,7%), mentre si apre uno spiraglio nella trattativa sindacale per evitare gli scioperi in Australia.

Condividi articolo