218 visite 45 secondi 0 commenti

Il tonfo del Nasdaq spaventa i listini. Preoccupa il rischio frenata delle imprese

In Mercati
25 Maggio 2022
NASDAQ
I mercati azionari hanno vissuto settimane difficili da quando la Fed ha alzato i tassi di 50 punti base e la Bce ha annunciato che varerà una modifica di pari valore a partire da luglio.

Ancora timori per la pressione sui prezzi delle materie prime

I mercati azionari hanno vissuto settimane difficili da quando la Fed ha alzato i tassi di 50 punti base e la Bce ha annunciato che varerà una modifica di pari valore a partire da luglio. Wall Street è stata quella a registrare la performance peggiore, visto l’elevato peso dei titoli tech e «growth» nei listini rispetto alle altre piazze. E sebbene le ultime trimestrali siano state positive per la stragrande maggioranza delle società, le nuvole che si sono addensate all’orizzonte hanno già fatto mettere le mani avanti da molti sui risultati che si potranno avere a fine anno.

Se la recessione dovesse poi veramente arrivare occorrerà essere ben muniti di ombrello, tenendo conto che saranno le banche quelle che potrebbero trovarsi più esposte alle intemperie, con il problema di eventuali crediti inesigibili. Una crisi che toccherà da vicino anche l’Europa, come ha assicurato Jane Fraser, numero uno di Citigroup, parlando al World Economic Forum di Davos. «L’Europa al momento si trova al centro di una tempesta, provocata dai problemi delle catene di approviggionamento, dalla crisi energetica, e ovviamente dalla sua vicinanza ad alcune delle atrocità che si stanno verificando in Ucraina», ha detto la capa del colosso bancario Usa.

/ Articoli pubblicati: 764

.