Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Mercati
Mercati Mar 24 gennaio 2023

Milano inizia lentamente. I maxi-tagli fanno bene alle big tech Usa

La Borsa di Milano parte lentamente consolidando il rialzo del 9% dall'inizio dell'anno. Occhi puntati sui conti Microsoft

La Borsa di Milano ha guadagnato il 9% dall’inizio dell’anno

Aperture stabili in Europa. Le  cose procedono bene, malgrado le rinnovate tensioni sui tassi, peraltro caldeggiate dalla stessa Bce. Eurostoxx 50, Dax di Francoforte e anche il FtseMib veleggiano sui top degli ultimi undici mesi, consolidando l’ottimo spunto di inizio anno, siamo intorno al +9% per tutti.  A Milano scatta  subito Iveco (+2,1%), dopo che il marchio Idv ha siglato un accordo per acquisire una partecipazione di controllo in Mira Ugv, la divisione veicoli terrestri senza equipaggio di Horiba Mira. In luce ancora i petroliferi (Saipem +1%, Prysmian +1,1%) e ancora i tecnologici, con St (+1%) attesa giovedì alla prova dei conti trimestrali e annuali.

A Wall Street  a mettersi in luce sono stati soprattutto i grandi nomi dell’high tech. I maxi piani di licenziamento annunciati nelle ultime settimane sono stati interpretati positivamente dagli analisti perchè potrebbero consentire alle aziende di preservare i margini di profitto in uno scenario che si prospetta di rallentamento o addirittura recessivo. Dal punto di vista grafico non si è ancora resa visibile una inversione del trend ribassista avviato l’anno scorso. Bisognerà attendere la violazione di 4.200per l’S&P 500  e 12mila punti per il Nasdaq.

ULTIMISSIME DA PIAZZA AFFARI

SNAM

Sembrerebbe riprendere definitivamente quota il progetto per il gasdotto Galsi tra Algeria e Italia via Sardegna, un’iniziativa però che verrebbe allargata oltre al trasporto del gas e dell’idrogeno anche all’energia elettrica, tramite un cavo sottomarino parallelo. L’annuncio ufficiale è arrivato in occasione della conferenza stampa congiunta del presidente algerino Tebboune e dalla premier Giorgia Meloni, seguita all’incontro dei due leader ad Algeri. Il  progetto originario del Galsi prevedeva una pipeline lunga 830 km (di cui 560 offshore e 270 in Sardegna) per un costo complessivo di circa 2.5 mld.

Su Snam c’è  la raccomandazione Interessante di Websim target price a 5,40 euro.

MAIRE TECNIMONT

Ha comunicato ieri l’acquisizione dell’83,5% di Conser, società di tecnologie proprietarie e di ingegneria di processo con sede a Roma.  Nessun dettaglio sul valore dell’operazione, che consente a Maire Tecnimont di rafforzare la propria leadership nel settore dei polimeri aggiungendo al proprio portafoglio tecnologico le tecnologie per gli intermedi delle plastiche biodegradabili e per le specialità chimiche a valore aggiunto.

Su Maire Tecnimont la raccomandazione di Websim è Neutrale, target price a 3 euro. 

Condividi articolo
Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici che monitorano in forma anonima l'interazione dell'utente con il sito. Questo sito non utilizza cookie per finalità di profilazione e/o marketing. Approfondisci
OK