Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Moda
Moda Mar 19 luglio 2022

Riassetto in casa Calzedonia, Veronesi divide il patrimonio

Il signor Calzedonia procede a un riassetto familiare mediante scissione della cassaforte De La Costa srl, controllata al 100%.

Cosa cambia in casa Calzedonia

Il signor Intimissimi procede a un riassetto familiare mediante scissione della cassaforte De La Costa srl, controllata al 100% con assegnazione parziale e proporzionale del patrimonio sociale a favore di una società a responsabilità limitata, di nuova costituzione, B3 srl che avrà sede a Malcesine (Vr) ed un capitale sociale di 30 mila euro che competerà a se stesso, unico socio.

Il 19 maggio a Villafranca di Verona, davanti al notaio Sergio Macchi, Sandro Veronesi, patron del gruppo Calzedonia (calze e costumi da bagno) – che possiede anche i marchi Intimissimi (lingerie e intimo), Tezenis (intimo), Falconeri (maglieria), Atelier Emé (abiti da sposa e da cerimonia), Intimissimi Uomo (intimo, maglieria, nightwear, calzetteria e swimwear maschile) e Signorvino (vini italiani) – ha diviso alcuni asset del suo patrimonio. Il gruppo ha chiuso il 2021 con 2,5 miliardi di ricavi, in aumento del 29%.

In particolare, si legge nel verbale, il valore contabile del compendio patrimoniale trasferito alla società beneficiaria risulta essere pari a 519.387 euro. Esso è composto da: partecipazione in Calzedonia Holding spa per 23.887 euro, pari a 750 mila azioni (15%); partecipazione in Panificio Zorzi srl per 78 mila euro pari al 52%; crediti verso Panificio Zorzi srl per 317.500 euro e un deposito in un conto corrente bancario di 100 mila euro.

Continua a leggere sulla copia digitale del giornale 

Condividi articolo
Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici che monitorano in forma anonima l'interazione dell'utente con il sito. Questo sito non utilizza cookie per finalità di profilazione e/o marketing. Approfondisci
OK