Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Mondo
Mondo Mar 31 maggio 2022

"Spia la tua madrepatria". L'Fbi si fa beffa dell'ambasciatore russo

"Spia la tua madrepatria". Il messaggio che si è visto comparire navigando sul web l'ambasciatore russo negli Stati Uniti Anatoly Antonov.

La vicissitudine capitata all’ambasciatore russo Antonov

“Spia la tua madrepatria”. Questo il messaggio che si è visto comparire navigando sul web l’ambasciatore russo negli Stati Uniti Anatoly Antonov. Non credeva ai suoi occhi nel vederlo e probabilmente ha dovuto leggere quella frase un paio di volte per rendersi conto, che fosse comparsa proprio il suo display. Dopo la rabbia iniziale l’ambasciatore, che è negli Usa dal 2017, ha attaccato l’Fbi per il messaggio virtuale sgradito, la quale non ha smentito. 

Non è la prima volta che i diplomatici russi a Washington si sentono messi sotto pressione dai servizi di intelligence statunitensi. “Agenti dei servizi di sicurezza statunitensi sono in giro fuori dall’ambasciata russa, distribuendo numeri di telefono della Cia e dell’Fbi che possono essere chiamati per stabilire un contatto”, aveva detto Antonov nei giorni scorsi. Ora la pressione psicologica deve essersi allargata anche sugli schermi dei cellulari.

Condividi articolo
Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici che monitorano in forma anonima l'interazione dell'utente con il sito. Questo sito non utilizza cookie per finalità di profilazione e/o marketing. Approfondisci
OK