386 visite 2 minuti 0 commenti

Berlusconi ride con i petrolieri, a Forza Italia dono di 50 mila euro

In Politica, Primo piano
22 Giugno 2022

Il finanziamento al partito di Silvio Berlusconi

Il contributo è stato dichiarato lo scorso 31 maggio alla tesoreria del Parlamento da Forza Italia, ma è stato erogato l’11 aprile scorso. Quel giorno, in piena guerra dell’Ucraina con i suoi risvolti sul mercato dell’energia, l’Alpha trading spa ha fatto approvare dal suo consiglio di amministrazione un finanziamento di 50mila euro al partito di Silvio Berlusconi come erogazione liberale. 

Alpha trading, come spiega una sua brochure, opera da 30 anni in uno dei mercati oggi più rilevanti nella situazione attuale: quello dell’energia. Lo fa “sia in qualità di distributore di combustibili, carburanti e bitumi, approvvigionati dalle Raffinerie Italiane presenti nel nord e nel centro Italia, sia in qualità di fornitore di combustibili speciali e bitumi modificati di propria produzione. Alpha Trading S.p.a. offre al mercato una ampia gamma di oli combustibili, gasoli e di bitumi distillati e modificati”.

L’ELENCO DEI FINANZIAMENTI AGLI AZZURRI

Il presidente di Alpha trading è il bergamasco Claudio Bombardieri, che con il fratello Giulio aveva acquisito la società attraverso la holding Unionchimica. Oggi però la proprietà appartiene a 3B Investment spa, controllata dai due amministratori delegati di Alpha trading: Adriano Parodi e Stefano Marchiol. Il contributo di 50mila euro è fra i più alti ricevuti nel 2022 dai partiti politici esistenti, e sicuramente fa comodo agli azzurri di Berlusconi che hanno appena archiviato un bilancio 2021 da brividi dove i debiti sono tornati a crescere fino a 100 milioni di euro.

/ Articoli pubblicati: 81

Direttore Responsabile Verità&Affari

Twitter
Facebook
Youtube
Vimeo
Linkedin
Instagram