Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Primo piano/Politica
PoliticaPrimo piano Gio 14 luglio 2022

Crisi di governo, la Borsa di Milano precipita. Sale lo spread. Draghi va da Mattarella e convoca il Cdm

L’aprirsi della crisi di governo e il rischio di elezioni anticipate fanno precipitare la Borsa di Milano.

La crisi del governo Draghi

L’aprirsi della crisi di governo e il rischio di elezioni anticipate fanno precipitare la Borsa di Milano, che perde nella giornata di oggi il 3,26%, la peggiore in Europa. Il Senato ha confermato sí la fiducia all’esecutivo con 172 sì e 39 contrari, ma è la scelta dei Cinque Stelle di non partecipare alla votazione che fa prevedere la fine dell’esecutivo e porta il premier Mario Draghi a salire al Quirinale per incontrarsi con il presidente Sergio Mattarella. Un’ora di colloquio che apre a diversi scenari, anche se per gli analisti si fa molto concreta l’ipotesi di elezioni anticipate.

Draghi non avrebbe, comunque, presentato le dimissioni a Mattarella e ha convocato il Consiglio dei ministri per le 18.15. Una fine di legislatura vorrebbe scongiurato, comunque, da diversi partiti che sostengono la maggioranza. Tra cui Matteo Renzi (Italia Viva) che in Aula ha sentenziato: “Il governo deve andare avanti, continui a fare premier”. Ma anche la Lega è titubante sulle urne subito. “Il governo è finito? Ci sono sempre i supplementari”, ha risposto il ministro leghista dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti. Intanto, il rendimento dei Btp decennali sale al 3,4% e lo spread vede i 220 punti.

Condividi articolo
Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici che monitorano in forma anonima l'interazione dell'utente con il sito. Questo sito non utilizza cookie per finalità di profilazione e/o marketing. Approfondisci
OK