368 visite 37 secondi 0 commenti

Tutti se la prendono con la Lagarde, ma è l’Italia di Draghi che non sta in piedi

In Politica
11 Giugno 2022

Le banche sono piene di Bot e il mercato ha smesso di fidarsi dell’Italia

Sono solo le prove generali e secondo la legge di Murphy se qualcosa può andare storto lo farà. Certo se poi riceve anche l’aiutino da casa il peggio è dietro l’angolo. Lo spread viaggia sopra i 230 punti, nel momento in cui scriviamo il Btp è vicino al 3,8% di rendimento e a Milano la Borsa perde il oltre il 5,1% con un’ondata di vendite di titoli bancari che pare uno tsunami.

Le banche sono piene di Bot e il mercato ha smesso di fidarsi dell’Italia appena Christine Lagarde ha fatto sapere che chiuderà l’ombrello dell’acquisto titoli. Bisogna sottolinearlo: la Bce ha solo annunciato che da luglio smetterà di comprarsi il nostro debito e che farà un ritocchino misero di 0,25 punti ai tassi. Ma voce dal sen fuggita più richiamar non vale. Anche se in Italia si preferisce bersagliare la Bce piuttosto che prendere atto che il Paese è in una situazione economica preoccupantissima.

Continua a leggere sulla copia digitale del giornale di oggi