350 visite 4 minuti 0 commenti

Olanda e Germania sono sovraniste e allora serve un’Italia più sovranista di loro

In Politica
22 Settembre 2022

Si è visto con chiarezza nei dibattiti Ue sul gas: tutti i paesi di Europa pensano a se stessi e non hanno alcuna vocazione reale alla solidarietà. Olanda e Germania sono sovraniste più dell’Ungheria, e allora per frenare questa deriva egoista serve un’Italia più sovranista di loro in grado di farle ragionare.

 Lo scostamento di Draghi

Chiunque vinca le elezioni italiane del 25 settembre infatti si troverà le mani legate da Mario Draghi. Il premier in carica infatti ha solo finto di evitare uno scostamento di bilancio, ma ha creato tutte le premesse perché chi viene dopo di lui sia obbligato a farlo. L’ultimo decreto aiuti approvato infatti mette in piedi un meccanismo di rimborso bollette che vale 9,6 miliardi su due mesi ma su base annua ben 60 miliardi. Quei soldi non ci sono e non ci saranno se non si farà una manovra in deficit per larga parte.

MARIO DRAGHI ED
EMMANUEL MACRON

Indubbio che quei rimborsi servano alle imprese per non  saltare in aria, e manco sono sufficienti: rimborsano a tutte il 30% e alle energivore il 40% dei maggiori costi delle bollette rispetto all’analogo periodo del 2019, ultimo anno in cui la vita del paese è stata normale. Impensabile togliere quei fondi, ma Giorgia Meloni o chi per lei arivasse al governo deve subito trovare 5 miliardi per il mese di dicembre e poi decidere se spesare quei costi su un anno o solo su sei mesi in legge di bilancio.

I soldi non ci sono

Come spiegato per un anno i soldi non ci sono, ma sarebbe difficile trovare anche i 30 miliardi che servono per coprire la misura fino a giugno. Per altro se il prezzo dell’energia dovesse salire ancora anche quella cifra di rimborso percentuale alle imprese sarebbe più alta. Potrebbe accadere il contrario solo per due motivi: la fine della guerra in Ucraina con la firma della pace, o un fronte comune deciso dell’Unione europea.

leader europei

All’orizzonte al momento si vede più guerra che pace. Servirebbe quindi la solidarietà europea. Qualcuno dice “come ai tempi del Covid”. Sì, ma è evidente la differenza da quel tempo: il Covid ha colpito tutti i paesi in modo più o meno uguale, e quindi un aiuto per uno diventava un aiuto per chiunque altro ne avesse bisogno. La crisi energetica no: colpisce molto alcuni paesi e molto meno altri. Altri ancora come l’Olanda (e la Norvegia) ci guadagnano perfino. Così niente solidarietà continentale.

Solo all’Italia vietato il sovranismo?

MARK RUTTE

L’Olanda fa la sovranista sui problemi suoi, la Germania pure. La Francia si sente tranquilla con le sue centrali nucleari, la Spagna guarda all’Africa, l’Ungheria si sente perduta senza il gas di Vladimir Putin. Tutti quindi al momento buono fanno i sovranisti. E allora il prossimo governo sia più sovranista di loro, che è l’unico modo per mettere tutti intorno a un vero tavolo e mollare un po’ dei propri interessi. Ci vuole un paese grande molto sovranista per avere quella solidarietà che altrimenti non arriverà…

Franco Bechis

 

 

/ Articoli pubblicati: 77

Direttore Responsabile Verità&Affari

Twitter
Facebook
Youtube
Vimeo
Linkedin
Instagram