218 visite 52 secondi 0 commenti

Orlando, il ministro del Lavoro che trova lavoro soltanto ai suoi fedelissimi

In In evidenza, Politica
27 Luglio 2022

Il ministro Orlando allarga il numero di collaboratori

A quanto pare l’unico posto in cui sembra non mancare mai “lavoro” è proprio il dicastero del Lavoro, guidato da Andrea Orlando, esponente di spicco del Partito democratico. Ai 15 consulenti e collaboratori di cui già dispone (per una spesa che supera i 570 mila euro annui), il ministro ha da poco aggiunto un altro piccolo tassello. La new entry è Andrea Massera, «esperto – si legge nella sezione “amministrazione trasparente” del sito istituzionale – del ministro del Lavoro delle Politiche sociali in qualità di Digital Strategist nell’attività di esame studio ed elaborazione di strategie di comunicazione riguardanti le attività inerenti il Ministero del lavoro e delle politiche sociali».

Una formula pomposa che, in sintesi, potremmo riassumere con “gestione della comunicazione social”. Un ruolo importante che giustifica il compenso di 45mila euro all’anno. Quel che è sicuro è che Massera avrà non poco da fare considerando che, da suo curriculum vitae, risulta impegnato in altre attività: è, infatti, «digital strategist e social media manager» della Ong Sea-Watch Italia ma anche del «gruppo Partito democratico in Regione Liguria e di Genova». Soltanto una coincidenza, ci mancherebbe, ma fatto sta che Massera lavorerà adesso anche per il ministro i cui natali sono proprio in Liguria. Vicinanza di partito e prossimità di territorio, dunque.

Continua a leggere sulla copia digitale del giornale