Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Politica
Politica Gio 16 giugno 2022

Peggio di Bersani fa solo la De Micheli, non riesce a far eleggere nemmeno la sorella

L’ex ministro Pd, Paola De Micheli, è un vero boss a Piacenza dove conta molto di più di Pier Luigi Bersani.

Il passo falso dell’ex ministro De Micheli

L’ex ministro Pd, Paola De Micheli, è un vero boss a Piacenza dove conta molto di più di Pier Luigi Bersani. Non a caso si è impegnata allo stremo per l’elezione come sindaco di Katia Tarasconi portandola a superare il sindaco uscente di centro destra Patrizia Barbieri, anche se adesso bisogna ancora vedere che accadrà al ballottaggio.

La De Micheli però ha voluto fare un passo più lungo della gamba, candidando anche la sorella Patrizia (una perfetta sconosciuta, politicamente) alla carica di sindaco a Carpaneto, uno di comuni più importanti del Piacentino. Ed anche a Carpaneto Paola De Micheli si è impegnata al massimo per lanciare la sorella: ha fatto comparire lì  addirittura il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, che, dovendo venire da Bologna, da quelle parti non si era mai visto prima d’ora.

Il risultato di tanto impegno è però stato largamente deludente. Infatti non solo il sindaco uscente di centro destra, Andrea Arfani, è stata eletto con una percentuale bulgara (60% dei voti), ma Patrizia De Micheli ha dovuto accontentarsi di un risibile 18%. Un flop, dunque. Ancora più clamoroso di quello registrato da Bersani nella natìa Bettola.

Condividi articolo
Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici che monitorano in forma anonima l'interazione dell'utente con il sito. Questo sito non utilizza cookie per finalità di profilazione e/o marketing. Approfondisci
OK