Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Imprese/Primo piano
ImpresePrimo piano Mar 24 gennaio 2023

Swatch, fatturato in crescita grazie al boom del MoonSwatch

Il big dell'orologeria svizzera ha chiuso il 2022 con un fatturato in crescita grazie al boom del MoonSwatch

Fatturato Swatch in crescita a 7,5 miliardi di franchi

Anno da record per gli orologi svizzeri e anche per il gruppo Swatch. La società ha registrato un fatturato netto in crescita del 2,5% a 7,5 miliardi di franchi. Tasso che aumenta al 4,6%, al netto dei tassi di cambi costanti. Nel 2022, inoltre, il gruppo Swatch ha presentato 209 domande di brevetto, a fronte delle 202 del 2021. Complessivamente le vendite hanno registrato un aumento del 25% in valuta locale, in tutte le regioni, a eccezione della Cina dove le vendite sono sprofondate, di oltre 700 milioni di dollari. Nonostante ciò, a gennaio sembrano giungere dei segnali positivi da Pechino, con richieste già in aumento rispetto solo al gennaio del 2022.

MoonSwatch è l’orologio più venduto

La vendita al dettaglio hanno registrato una crescita a due cifre, non solo per il marchio Swatch, ma anche e soprattutto per i marchi Harry WinstonBreguet e Omega. Il bestseller per il 2022 è il MoonSwatch, con oltre 1 milione di orologi venduti, la cui domanda continua a essere elevata. Anche a gennaio, infatti, nei circa 180 negozi nel mondo che offrono in esclusiva questo modello, apprezzato da un ampio numero di clienti per età e provenienza, la domanda continua essere elevata. Il successo riscosso dal MoonSwatch si è riflesso anche sulla collezione Omega Speedmaster, con i modelli Moonwatch.

Il Moonswatch, che costa 260 euro, è disponibile da marzo scorso in 11 diverse combinazioni di colori e con nomi ispirati ai pianeti del sistema solare. La caratteristica principale è rappresentata dal design dell’orologio, che si basa sull’Omega Speedmaster Moonwatch, il cui prezzo è di almeno 6 mila euro, di cui è una fedele replica in bioceramica.

La versione di Swatch è andata a ruba sin dal primo giorno con lunghissime code davanti ai negozi di tutto il mondo. Il gruppo ha anche aumentato la produzione, ma la domanda rimane ancora molto elevata: il modello è apprezzato da tantissimi clienti di ogni età e provenienza, scrive Swatch, molti dei quali pur di averlo lo hanno acquistato online a prezzi notevolmente maggiorati.

Utile operativo e utile netto

Nel corso dell’anno il gruppo, che comprende marchi come Omega, Tissot e Longines, ha migliorato significativamente i suoi risultati. L’utile operativo è cresciuto del 13% a 1,16 miliardi di franchi e il margine è aumentato di 1,4 punti al 15,4%. Nel frattempo, l’utile netto è salito a 823 milioni di franchi da 774 milioni.

Prospettive 2023

Il gruppo prevede una forte crescita delle vendite nel 2023 in tutte le regioni e i segmenti. Dopo la fine delle misure Covid, i consumi si sono rapidamente ripresi, non solo in Cina, ma anche sui mercati circostanti di Hong Kong e Macao. Inoltre, l’abolizione delle restrizioni ai viaggi in Cina rivitalizzerà le vendite nelle destinazioni turistiche. La crescita delle vendite di gennaio in Cina rafforza la previsione del gruppo di puntare a un anno record nel 2023.

Condividi articolo
Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici che monitorano in forma anonima l'interazione dell'utente con il sito. Questo sito non utilizza cookie per finalità di profilazione e/o marketing. Approfondisci
OK