147 visite 2 minuti 0 commenti

Mercati incerti, l’opportunità ritrovata dai Piani di accumulo

In Risparmio
20 Giugno 2022

I Piani di accumulo

Accessibilità, orientamento al lungo termine e approccio sistematico grazie all’autenticità e alla ricorrenza dei versamenti programmati. Sono queste, secondo Fundstore, piattaforma specializzata in investimenti su fondi comuni, le caratteristiche che rendono il Piano di accumulo del Capitale (PAC) uno strumento ideale per investire e risparmiare nel medio-lungo periodo, anche se non si hanno cospicui capitali a disposizione. Strategicamente il PAC è uno strumento assai valido: riduce il pericolo di trovarsi in un punto di ingresso sfavorevole, attenua l’impatto delle oscillazioni di portafoglio e consente di sfruttare le correzioni di Borsa per mediare il prezzo medio di acquisto e posizionarsi meglio nelle fasi rialziste.

In uno scenario complicato come quello che stiamo attraversando, che il presidente di Goldman Sachs, John Waldron, definisce “il più complicato e dinamico ambiente di investimento che abbia mai visto nella mia carriera”, le caratteristiche di alcuni prodotti di investimento, calibrate nel modo giusto, possono mitigare le condizioni sfavorevoli di un momentum Bearish del mercato, in attesa di scenari ribassisti, e offrire vantaggiose condizioni in termini sia di costi che di rendimenti agli investitori. 

Nell’apertura di un PAC, ad oggi, diverse società hanno deciso di tagliare o azzerare le commissioni di ingresso, ad esempio per raccogliere capitali dai piccoli risparmiatori, sicuramente interessati a strumenti accessibili. Sono almeno 17 le società che stanno investendo risorse, facendosi carico, in tutto o in parte, delle spese amministrative, tra cui Etica SGR, che non prevede alcun addebito delle spese sulle singole rate ma, talvolta, le condizioni di favore vengono applicate solo su prodotti specifici, M&G investments, T- Rowe Price e ancora Allianz, Amundi.

 

/ Articoli pubblicati: 732

.