353 visite 41 secondi 0 commenti

Aumenta l’abbonamento di Amazon Prime, come disdire senza penali

In Digitale
27 Luglio 2022

L’abbonamento di Amazon Prime

A partire dal 15 settembre, in Italia (e non solo) il prezzo dell’abbonamento a Amazon Prime aumenterà di oltre il 38,5%, passando da 36,00 euro a 49,90 euro l’anno. Anche l’abbonamento mensile aumenta da 3,99 euro a 4,99 euro, con un +25%. Chi non vuole sottostare agli aumenti e all’ennesima, insopportabile, modifica unilaterale del contratto ha davanti la sola scelta di recedere dal contratto, che, almeno, si può fare senza penali.

I rincari sono causati, secondo quanto riporta l’azienda, da “un aumento generale e sostanziale dei costi complessivi dovuti all’inflazione, che incide sui costi specifici del servizio Amazon Prime in Italia e si basano su circostanze esterne, fuori dal nostro controllo”. Aumenti generalizzati che, è vero, spiega Federconsumatori, sono sotto gli occhi di tutti, ma non sono certo tali da determinare un incremento del costo del servizio del 38,61%. Con tale incremento, solo in Italia, l’azienda incasserà 83,4 milioni di euro in più, a livello globale ne dovrebbe incassare circa 5,3 miliardi. Nel primo trimestre di quest’anno Amazon a livello globale ha registrato perdite per 3,8 miliardi di dollari, dopo un profitto di 8,1 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente.

/ Articoli pubblicati: 729

.