301 visite 3 minuti 0 commenti

Dalla cucina al divano, i mobili per la casa adesso si prendono in affitto

In Famiglie
8 Giugno 2022
Al termine dell’affitto possibile il riscatto o la restituzione del prodotto

L’arredamento a noleggio

Una nuova iniziativa che mette insieme l’ormai consolidata prassi di noleggiare e il mondo dell’arredamento. A proporla è Compass Banca, che in occasione del Salone del Mobile 2022, ha lanciato tramite Compass Rent (ossia la sua società specializzata nei servizi di noleggio) l’iniziativa innovativa. A poter esser noleggiati è sia il mondo dell’arredo (come mobili, imbottiti ed elettrodomestici) sia i sistemi per la casa (depuratori, sistemi di riposo, attrezzature fitness). D’altronde il ricorso al credito per acquistare l’arredamento è in crescita all’interno del mercato italiano: nel 2021 i finanziamenti finalizzati a tale scopo sono cresciuti dell’11,8% rispetto all’anno precedente, per un controvalore pari a 1,8 miliardi di euro.

Come funziona l’affitto dei mobili

Invece di vendere, produttori e rivenditori hanno la possibilità di noleggiare ai propri clienti l’arredamento di un ambiente o dell’intera abitazione per un concordato periodo di tempo. Al termine del contratto pattuito, come avviene anche nel più noto noleggio di autoveicoli, l’utilizzatore ha la possibilità di riscattare il bene e assumerne così la piena proprietà. In alternativa può scegliere dio riconsegnarlo al venditore, il quale a sua volta può decidere di destinarlo al mercato di seconda mano o, in alternativa, di rigenerarlo per la produzione di nuovi prodotti in una logica di economia circolare.

Il divano in affitto 

Al Salone del Mobile 2022 Compass Rent ha presentato la prima applicazione concreta del concetto. Egoitaliano, società di Matera specializzata nella produzione di divani, poltrone e complementi d’arredo, darà la possibilità ai suoi clienti di noleggiare un divano per 40 mesi a fronte di un canone mensile. Al termine del periodo avrà poi la facoltà di riscattare il prodotto o di scegliere un nuovo modello sempre presso lo stesso rivenditore. Se la scelta ricadrà sulla restituzione e sostituzione con un divano nuovo, i materiali e i componenti del vecchio verranno recuperati per realizzare prodotti rigenerati e, quindi, reimmessi sul mercato a prezzi vantaggiosi. Si tratta di una soluzione che permetterà di sfruttare l’intero ciclo di vita di tutti i componenti del prodotto, allungandone la vita utile e riducendo al minimo lo smaltimento.

«Il mercato del noleggio di arredamenti per la casa in Europa è ancora agli albori rispetto ad altri Paesi come Australia e Stati Uniti, ma sono in atto importanti evoluzioni che potrebbero accelerarne lo sviluppo», ha spiegato Nicola de Cesare, direttore generale di Compass Rent. «Il driver principale della crescita di attenzione verso questo nuovo mercato è la maggiore sensibilità verso i temi della sostenibilità e della sharing economy da parte sia dei consumatori (soprattutto tra i più giovani) sia delle aziende. Ma anche la crescente propensione all’affitto rispetto all’acquisto di un’abitazione alla luce del mutato contesto del settore immobiliare».

/ Articoli pubblicati: 800

.