132 visite 2 minuti 0 commenti

L’ambasciatore di lungo corso Vattani a 84 anni è ancora in piena attività

In Spiffero
21 Giugno 2022

L’ambasciatore Umberto Vattani

Classe 1938, l’ambasciatore di lungo corso Umberto Vattani non sa cosa sia il riposo: stare fermo è completamente estraneo al suo modo di intendere la vita. Da settimane, in qualità di presidente di Venice International University, c’è chi lo ha visto entrare e uscire dal Campidoglio: ha visto il sindaco di Roma Roberto Gualtieri e l’assessore alla cultura Miguel Gotor, per un grande progetto artistico e culturale.

E lui ne ha anche fatto cenno in un incontro all’Accademia Nazionale di San Luca, ora guidata dall’ex soprintendente Claudio Strinati nei panni del segretario generale: Vattani ha ideato il progetto “Roma – Distretto del Contemporaneo”, prevedendo che il ministero degli Esteri sia il punto di partenza di un’iniziativa «che compia, a favore della città di Roma e del territorio, lo stesso ruolo svolto dalla Collezione Farnesina: ricomporre e illustrare l’insieme delle opere d’arte e architettura realizzate nella prima metà del Novecento tra Ponte Milvio e il Foro Italico e quelle al di là del Tevere nell’ansa Flaminia».

Per Vattani, «riconoscere e denominare il Distretto del Contemporaneo potrebbe costituire il punto di partenza per un programma di azioni capaci di promuovere un grande polo urbano di interesse culturale che deve essere non solo preservato, ma anche valorizzato con progetti di varia natura: dalla messa a punto di interventi di riqualificazione urbana, all’installazione di nuove opere d’arte, dalla realizzazione di nuove infrastrutture per la mobilità». Molto ambizioso.