Prysmian, l'utile netto su 9 mesi balza a 575 milioni
Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Primo piano/Imprese
ImpresePrimo piano Gio 09 novembre 2023

Prysmian, l'utile netto su 9 mesi balza a 575 milioni

Nonostante l'aumento dei tassi l'indebitamento finanziario netto scende da 2.372 milioni al 30 settembre 2022 a 2.073 milioni Prysmian, l'utile netto su 9 mesi balza a 575 milioni
Redazione Verità&Affari
di 
Redazione Verità&Affari

Prysmian ha chiuso i primo 9 mesi dell’anno con un utile netto in significativo miglioramento a 575 milioni di euro, rispetto ai 431 milioni del corrispondente periodo del 2022 (+33,4%).

I ricavi di gruppo ammontano a 11.825 milioni con una crescita organica dell’1,5% rispetto ai primi nove mesi del 2022. Determinante il contributo del Business Projects che ha riportato una crescita organica del +23,9% grazie all’esecuzione di progetti di interconnessione e cablaggi di parchi eolici offshore. La crescita organica dei ricavi del Business Energy invece è pari a +0,4%, supportata dai driver di lungo termine dell’elettrificazione che sostengono la domanda di cavi per l’ammodernamento e lo sviluppo delle reti di distribuzione. In diminuzione i volumi del segnento telecom per effetto principalmente della flessione del mercato americano (-13,7%).

Scendono i debiti

L’EBITDA Adjusted ha registrato un incremento del 13,7% a 1.286 milioni mentre il margine di EBITDA Adjusted è pari al 10,9% rispetto al 9,4% dei primi nove mesi del 2022. L’EBITDA è aumentato a 1.192 milioni (1.071 milioni nei primi nove mesi del 2022) ed il risultato operativo a 890 milioni (684 milioni nei primi nove mesi del 2022.

L’Indebitamento Finanziario Netto a fine settembre 2023 scende a €2.073 milioni (€2.372 milioni al 30 settembre 2022).

(Teleborsa) 

Condividi articolo