Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Finanza
Finanza Mar 23 agosto 2022

Stangata Usa alle grandi banche per trucchi usando Whatsapp

Arrivano multe da un miliardo di dollari per le grandi banche Usa pizzicate dalla Sec a scambiarsi informazioni su titoli via Whatsapp SEDE SECURITY EXCHANGE COMMISSION WASHINGTON SEC

Sanzioni per 1 miliardo di dollari in vista per le grandi banche Usa tra cui JP Morgan Chase e Bank of America per l’utilizzo da parte dei dipendenti di strumenti di messaggistica non approvati.

Il trucco di Whatsapp

In pratica i loro trader e broker avevano scambiato informazioni sulla compravendita di titoli utilizzando WhatsApp, altre chat di messaggistica ed email. Un’attività illegale, dato che hanno violato la regola di conservare tracce di tali comunicazioni in registri cartacei per eventuali controlli su correttezza e trasparenza delle operazioni. L’inchiesta delle autorità americane dei mercati finanziari, Sec (Securities and Exchange Commission) e Cftc (Commodity Futures Trading Commission), potrebbe concludersi con un accordo salato per i giganti bancari.

SCAMBI SU WHATSAPP

Piovono multe

Secondo quanto riferito dall’agenzia Reuters, sanzioni pesanti sono già state pagate o saranno pagate nei prossimi mesi da JPMorgan Chase&Co, Bank of America, Morgan Stanley, Goldman Sachs, Deutsche Bank, Barclays, Citigroup, Ubs e altri istituti. I quali, in media, potrebbero staccare ciascuno un assegno di 200 milioni di dollari a testa per chiudere la controversia sulla messaggistica elettronica non autorizzata.

Nel mirino sono finite soprattutto WhatsApp o Signal che permettono anche di impostare messaggi che si autoeliminano a distanza di tempo o dopo la loro lettura, rendendo evidentemente complessa qualsiasi verifica. Le grandi banche sono corse subito ai ripari per bloccare la pratica scattata in tempo di pandemia ma le multe sono scattate ugualmente.

SEDE JP MORGAN

Stangata a JP Morgan

JPMorgan Chase & Co ha già dovuto pagare per 200 milioni di dollari già l’anno alla Sec. Morgan Stanley, invece, ha provvisoriamente accettato di pagare 125 milioni alla Sec e 75 milioni alla Cftc, ma fa sapere di aver già messo da parte 200 milioni per prepararsi ad altre sanzioni.

E anche bank of America…

Bank of America ha stanziato circa 200 milioni di dollari nel secondo trimestre, mentre Goldman Sachs è in una fase di “discussioni avanzate” sia con la Sec che con la Cftc per trovare un accordo. Anche la banca britannica Barclays è stata colpita da sanzioni ma ha raggiunto un accordo in linea di massima per pagare 200 milioni di dollari alle autorità di regolamentazione statunitensi, così come Credit Suisse. Mentre Deutsche Bank ha annunciato a fine luglio di aver accantonato 165 milioni di euro per far fronte a possibili sanzioni. E anche la banca Svizzera Ubs è in attesa degli strali delle autorità di controllo Usa.

Maddalena Camera

Condividi articolo
Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici che monitorano in forma anonima l'interazione dell'utente con il sito. Questo sito non utilizza cookie per finalità di profilazione e/o marketing. Approfondisci
OK