209 visite 2 minuti 0 commenti

Musk rinuncia ad acquistare Twitter, salta l’affare da 44 miliardi

In Digitale
9 Luglio 2022

Salta l’acquisto di Twitter da parte di Musk

Colpo di scena nella trattativa tra Elon Musk e Twitter. Il miliardario, patron di Tesla, secondo quanto riferisce la Securities and Exchange Commission, l’autorità che controlla la Borsa americana, avrebbe rinunciato ad acquistare il social network, adducendo come motivazione il problema degli account falsi.

Sfuma così uno dei più grossi affari dell’era digitale. L’acquisto di Twitter valeva, infatti, circa 44 miliardi di dollari e per portarlo a compimento Musk aveva ideato una complessa operazione finanziaria, che vedeva coinvolti un pool di banche oltre a dover rinunciare ad un corposo pacchetto azionario delle sue partecipazioni. Una trattativa che aveva imboccato una strada salita, dopo l’annuncio del miliardario di voler acquistare Twitter. Fatta di continui rimbalzi e colpi di scena. Fino all’ultimo di questa sera. In una lettera, divulgata della Securities and Exchange Commission, l’avvocato dello studio legale internazionale Skadden Arps, Mike Ringler, ha accusato che “Twitter non ha rispettato i suoi obblighi contrattuali” relativi alla divulgazione dei dati degli account falsi.

“A volte Twitter ha ignorato le richieste di Musk a volte le ha respinte per motivi che ci sembrano ingiustificati e in altre occasioni ha fornito informazioni incomplete o inutilizzabili“, afferma il legale. Avere chiarezza sul numero di account falsi o che fanno spam era un prerequisito richiesto da Musk per concludere l’operazione. Il titolo oggi in Borsa aveva già virato negativo sulle indiscrezioni che vedevano rallentato l’acquisto del social.

/ Articoli pubblicati: 40

Giornalista, esperto di nuovi media e digitale. Responsabile dell'edizione online del quotidiano