Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Home/ Economia/Imprese
EconomiaImprese Mar 06 dicembre 2022

Multiutility, Acea finalizza l'acquisizione della Asm Terni

Acea entra nel capitale di Asm Terni con la chiusura della prima fase di aggregazione con l'azienda umbra Fabrizio Palermo Acea FABRIZIO PALERMO Acea

Prima fase dell’acquisizione

Acea entra nel capitale di Asm Terni con la chiusura della prima fase di aggregazione con l’azienda umbra dopo la procedura ad evidenza pubblica avviata da quest’ultima. La multiutility romana, guidata da pochi mesi dall’ex Cdp Fabrizio Palermo, non indica però né la percentuale del capitale rilevato né l’ammontare dell’operazione. La nota di Acea si limita a indicare “un’importante valenza strategica” e l’obiettivo di creare “una multiutility integrata attiva in Umbria nei settori della distribuzione e vendita di elettricità e gas, della gestione dei rifiuti e del ciclo idrico integrato”. Si aggiunge che l’ingresso di Acea nel capitale sociale di Asm Terni “è strutturato in due fasi distinte ma correlate tra loro”. Il closing è arrivato dopo che l’Antitrust non ha aperto l’istruttoria e la Corte dei Conti dell’Umbria si è pronunciata in senso non ostativo all’operazione.

Poi si parte con l’aumento di capitale

Secondo quanto reso era stato reso noto dal Comune di Terni, proprietario della multiutility umbra, l’operazione si concluderà con aumento di capitale di Asm che porterà il nuovo partner industriale a detenere una partecipazione compresa tra il 40% e il 49%, a fronte del conferimento di asset delle società Ferrocart srl (per un 60%), Umbriadue scarl (per un 99,4%) e Newco Orvieto (fino a un massimo del 20%), oltre a un apporto in liquidità fino a un massimo di 2,5 milioni di euro.

Condividi articolo
Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici che monitorano in forma anonima l'interazione dell'utente con il sito. Questo sito non utilizza cookie per finalità di profilazione e/o marketing. Approfondisci
OK