217 visite 45 secondi 0 commenti

La Ferrari accelera sull’auto elettrica e punta anche sulla moda per aumentare i ricavi

In Approfondimenti, Auto
17 Giugno 2022
L’azienda di Maranello illustra il menu fino al 2026. A settembre il Suv Purosangue

Il piano della Ferrari

Ha varcato le porte di Maranello nel settembre scorso dopo quasi 23 anni di lavoro in StMicroelectronics. Ieri, cravatta rossa d’ordinanza e completo blu, Benedetto Vigna ha illustrato il nuovo piano industriale al 2026 al Capital market day del Cavallino. Al ceo di Ferrari da 9 mesi, il presidente John Elkann ha rinnovato la fiducia: «Ha una conoscenza profonda a livello tecnico, e ha una grande conoscenza del business», ha detto presentandolo, «e istintivamente conosce la passione, essendo italiano».

Il menù illustrato da Vigna è ricco, ed è stata confermata la notizia più attesa ma già anticipata da Elkann agli azionisti della holding della famiglia Agnelli, Exor: nel 2025 verrà presentata la prima Ferrari elettrica. Ma non solo. Parlando di numeri, ci sono obiettivi ambiziosi, come raggiungere un fatturato netto di 6,7 miliardi nel 2026, con un tasso di crescita del 9%, trainato dalle auto con modelli e personalizzazioni. Ma Ferrari punta anche ad altri ricavi, sia dalle corse sia dal lifestyle. L’azienda non nasconde di voler raddoppiare le vendite di lifestyle entro il 2026. Tra i progetti della casa di Maranello c’è infatti l’apertura di un ristorante, di un parco a tema e di un museo nei quali la Rossa sarà protagonista.

Continua a leggere sulla copia digitale del giornale