Menu

QUOTIDIANO INDIPENDENTE - Fondato e diretto da MAURIZIO BELPIETRO

Primo pianoTech Mer 18 gennaio 2023

Microsoft, partono 10 mila licenziamenti: impatto di 1,2 miliardi di dollari

Dopo tante speculazioni è arrivata l'ufficialità: Microsoft ha dato il via a 10 mila licenziamenti. Impatto sul bilancio di 1,2 miliardi Microsoft

Microsoft, partono 10 mila licenziamenti

Dopo tante speculazioni è arrivata l’ufficialità: Microsoft ha deciso di dare il via a 10 mila licenziamenti per far fronte ai mesi difficili che si appresta a vivere l’economia mondiale. La creatura di Bill Gates, ora guidata dal ceo Satya Nadella, ha infatti annunciato che i licenziamenti verranno portati a termine entro la fine del terzo trimestre del 2023. 

I licenziamenti e i costi relativi andranno a pesare per 1,2 miliardi di dollari nel secondo trimestre dell’anno fiscale 2023. L’impatto negativo, ha spiegato Microsoft, sarà di 12 centesimi sull’utile per azione. “Ho fiducia nel fatto che Microsoft emergerà più forte e competitiva”, ha spiegato Nadella.

È solo l’ultima di una lunga serie

Microsoft ha anche diffuso una nota al suo staff, visionata da Reuters, dove Nadella ha spiegato che i clienti vogliono “ottimizzare la loro spesa digitale per fare di più con meno” e che Microsoft vuole “esercitare cautela poiché alcune parti del mondo sono in recessione e altre ne prevedono una”.

Microsoft è solo l’ultima società delle Big Tech a sforbiciare la propria forza lavoro. Da Meta ad Amazon hanno tutte tagliato migliaia di lavoratori. Già l’anno scorso Microsoft aveva avviato una procedura di revisione della forza lavoro, con piccoli tagli su ruoli ritenuti superflui che, nel complesso, aveva portato al licenziamento di meno di mille dipendenti tra tutte le divisioni. Al giugno dell’anno scorso Microsoft aveva, in tutto il mondo, oltre 220 mila dipendenti a tempo pieno. 

Condividi articolo
Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici che monitorano in forma anonima l'interazione dell'utente con il sito. Questo sito non utilizza cookie per finalità di profilazione e/o marketing. Approfondisci
OK